fbpx

I cinghiali mangiano, bevono
e schiacciano un pisolino

Un branco di cinghiali proveniente, con tutta probabilità, dal parco dell’Insugherata ha deciso di passare le sue notti nel quartiere a cavallo tra via Trionfale e via della Camilluccia. Precisamente in un’area compresa tra via della Camilluccia, via dei Giornalisti, via Igea, Largo Cervinia, via Sangemini, via Guido Alfani, via Blumenstihl.

I cinghiali banchettano in via Guido Alfani nella notte tra il 15-16 luglioNelle scorse settimane la loro presenza era stata documentata sui social in via dei Giornalisti e largo Cervinia. Ma si trattava di immagini brevi e poco significative.

Il 16 luglio abbiamo ricevuto e pubblicato un video originale che documentava la cena del branco di ungulati in via Guido Alfani, avvenuta nella notte precedente intorno a mezzanotte.

La qualità delle immagini e la ripresa dall’alto ne fanno un documento eloquente – molto seguito su Facebook – del perché i cinghiali hanno preso a spingersi in maniera continuativa tra le strade della città.

Ad attirarli sono i cassonetti traboccanti di spazzatura non raccolta o depositata in terra. Mamma cinghiale si alza sulle zampe posteriori e con il muso tira giù le buste dell’immondizia spargendole a terra per i piccoli del branco, composto da due-tre adulti e 8-10 cuccioli.

La scena era stata seguita da molti residenti affacciati alle finestre, alcuni dei quali hanno avvertito il 113 e, se ci sono riusciti, anche l’Ama. Fatto sta che l’Azienda Municipale per l’Ambiente è intervenuta in mattinata per ripulire la strada e in serata per svuotare nuovamente i cassonetti.

Sabato sera il branco di cinghiali si è ripresentato intorno alle 22 in via Guido Alfani ma trovando i cassonetti vuoti ha proseguito fino al parchetto di largo Cervinia.

Qui gli animali hanno preso di mira i cassonetti lungo via Trionfale. Hanno mangiato, bevuto alla fontanella e poi schiacciato anche un pisolino prima di dirigersi verso via dei Giornalisti.

Non ci credette? Allora non dovete fare altro che gustarvi il nostro nuovo filmato originale.

Vincenzo Fratta