fbpx
L'ACCORDO A SINISTRA

Tutti insieme
appassionatamente!

Accordo a sinistra per le politiche del 25 settembre

 

Tutti insieme per sconfiggere «la destra»! Dopo tanti veti e distinguo Carlo Calenda firma l’accordo a sinistra con Enrico Letta  Ma il «mucchio» poco ha, e avrà, di appassionato e il primo scoglio è un programma elettorale ampiamente condiviso da tutti.

Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni sacrificati da Letta in favore di Calenda Allora, si adotta l’agenda Draghi, suscitando lo scalpitio di Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli.

La caduta del governo Draghi e le elezioni anticipate hanno gettato nel panico la sinistra, che non può accettare una vittoria del centro destra.

Del resto il Partito democratico, ha governato almeno 10 anni, senza aver vinto alcuna elezione.

Forse, per questo, nel patto siglato ieri con Calenda, Letta rinuncia a tanto. Il segretario del Pd, sa che ci sono diversi gradi di «sconfitta», conscio che difficilmente la sinistra può vincere.

In politica i principi e i propositi sono alquanto effimeri, valgono in un dato momento, poi variano.

Questo dovrebbe far riflette gli elettori, ma si sa che molti sono come «zombie» e, tanti altri preferiscono non andare a votare.

Trasformismo e incoerenza sembrano marcare questi tempi.

Nel Centrodestra, si lavora al programma e alle candidature. Solo Fratelli d’Italia, non teme l’effetto «taglio poltrone» al Parlamento e, alla luce dei sondaggi, avrà, certamente, una squadra più numerosa.

Per tanti, nei diversi partiti, sfuma la possibilità di essere rieletti. Da qui al 25 settembre, sarà tutto un programma, dalle note tragicomiche.

Ernesta Cambiotti

 

 

L’AGENDA DRAGHI

Come ti sfrutto l’autorevolezza del banchiere del 29 luglio 2022

 

 

Lascia un commento