fbpx

Non tutti i funghi
sono buoni

Micosi della pelle, combattiamola con 5 ingredienti naturali

 

La settimana scorsa abbiamo parlato della bellezza del micelio e dei funghi come potenti alleati della nostra salute ma, mutuando un vecchio modo di dire, non possiamo fare di tutti i funghi un cestino.

Micosi della pelle, combattiamola con 5 ingredienti naturaliCon il caldo e l’umidità della stagione che sta passando è facile portarsi a casa «funghi» da spiagge, piscine mezzi pubblici di trasporto, che non avremmo desiderato raccogliere.

Le infezioni micotiche, soprattutto superficiali, si diffondono ed evidenziano in questo periodo anche perché esponiamo più superficie del nostro corpo ai miceti, veri e propri funghi patogeni, che si appropriano di vari distretti corporei come pelle, mucose, e unghie, ma anche organi importanti come i polmoni.

Le micosi della pelle si presentano come lesioni dalla forma tondeggiante di un paio di toni più chiare della pelle o come arrossamenti pruriginosi con vescicole o crosticine, che in realtà non fanno alcun danno reale ma sono antiestetiche e fastidiose oltre ad essere contagiose.

Di contro, le micosi ungueali, possono intaccare lo strato corneo dell’unghia stessa ma anche il tessuto sottostante e la superficie si presenterà gialla, inspessita e sfaldata facendo spaccare l’unghia e causando l’ingresso di batteri.

Le micosi prediligono chi, per molteplici motivi, abbassa le difese.

Come nel macrocosmo dei rapporti umani, il microcosmo del nostro organismo, quando è stressato, ammalato, triste o male alimentato apre a chiunque e spesso si ritrova vittima di altri organismi che si nutrono della sua forza ma che in altri frangenti sarebbero stati respinti senza troppe cerimonie.

Contrastare queste cause e sostenere con integratori naturali, rapporti di «qualità», buon cibo e contatto con la natura sarebbe l’ideale per potenziare i nostri scudi ma non sempre siamo pronti e spesso la stanchezza ha la meglio.

Per difenderci dalle micosi

Anche in questo caso le semplici ricette della tradizione ci vengono in aiuto, vediamo con quali ingredienti:

  • uno spicchio d’aglio
  • mezzo limone
  • due chiodi di garofano
  • la punta di un cucchiaino di argilla verde ventilata
  • 2 gocce di olio essenziale di lavanda

Preparazione. Spezzettiamo e pestiamo l’aglio con il succo del limone ed i chiodi di garofano unendo l’argilla in modo da ottenere un composto denso e lasciamo macerare per un’ora.

Applichiamo a questo punto l’impiastro sull’unghia o sulla pelle e lasciamo agire fino a che l’argilla non si asciughi.

Rimuoviamo il composto secco e massaggiamo con la lavanda magari con due gocce di olio extravergine. Un’azione rinforzante e deodorante

Ma osserviamo gli ingredienti da vicino: prima di tutto

La protezione dell’Aglio

La protezione dell'AglioQuesta pianta così presente nella nostra cucina è da tempo immemorabile riconosciuta come uno dei protettori più potenti che ci regala la terra.

L’aglio viene utilizzato in magia cerimoniale per allontanare, durante i riti, larve astrali o presenze negative in genere.

Nella medicina antica veniva largamente usato quando erano in atto grandi epidemie, quali il colera e la peste, si ricorreva con fiducia ad un’abbondante ingestione d’aglio perché si sapeva essere un potente antisettico, battericida intestinale e delle vie respiratorie.

La moderna scienza conferma che l’aglio ha una sinergia di principi attivi, vitamine e minerali che gli conferiscono elevate qualità medicamentose.

Nel nostro caso sfruttiamo le sue doti antibiotiche ed antibatteriche date dall’allicicina (che conferisce il caratteristico odore) e quelle di potenziatore del sistema immunitario oltre che protettore, se ingerito, della flora intestinale, quindi del microbiota.

L’aglio è il bulbo amico della pelle per eccellenza infatti l’acido fitinico da un lato lega le sostanze minerali e dall’altro può essere trasformato in inositolo, una sostanza simile alle vitamine in grado di stimolare la crescita cellulare.

Il rinforzo del Limone

Il rinforzo del LimoneA potenziare l’azione dell’aglio, oltre a dare la giusta umidità al composto, il succo di limone.

Il limone viene considerato un «super alimento» infatti in questo aureo frutto sono concentrate vitamine e flavonoidi, entrambi dotati di uno spiccato potere antiossidante che, nel nostro caso, sfruttiamo per ridurre il prurito grazie all’azione antinfiammatoria e analgesica in grado di opporsi persino alla forza urticante di erbe e punture di insetto.

L’azione antisettica dei Chiodi di Garofano

Ad incrementare l’azione antisettica ed antinfiammatoria contribuiscono i chiodi di garofano.

Sono i boccioli essiccati della Eugenia caryophyllata, un albero sempreverde che appartiene alla famiglia delle Myrtaceae che ricordano l’aspetto del garofano ma sono una spezia, arrivata in Occidente nel XVIII secolo.

Anche i chiodi di garofano proteggono dal malocchio e dalle energie negative infatti nella tradizione magica, al fine di proteggere un ambiente si usava la mela chiodata ovvero una bella mela rossa, simbolo di eternità e conoscenza, nella quale venivano inseriti i boccioli secchi di questa droga.

La Scuola Medica Salernitana li valutava una vera e propria panacea, efficace per combattere la fatica mentale o la perdita di memoria. Si credeva addirittura che le arance nelle quali fossero stati conficcati dei chiodi di garofano proteggessero dalla peste.

Nel Cinquecento la spezia divenne sicuramente uno dei prodotti più ricercati e cari dato che i medici consigliavano di metterla in infusione nel latte perché avrebbe «mirabilmente aumentato le forze di Venere».

I chiodi erano considerati così potenti come afrodisiaci, che il loro uso era proibito agli appartenenti a vari ordini monastici.

Ricchi di tannini, flavonoidi e polifenoli sono un incredibile antisettico antimicotico naturale dall’elevato potere anestetico, motivo per cui vengono impiegati nella forma di olio essenziale persino per curare gli ascessi ed ammansire il mal di denti.

Le proprietà dell’Argilla Verde

Le proprietà dell'Argilla verdeA legare tutti questi «guardiani» della nostra salute, l’argilla verde

Un vero toccasana per il corpo dal mondo minerale che grazie ad un mix di ossidi di magnesio, calcio, manganese, sodio e potassio uniti alla potenza di ioni zinco, rame, zolfo, fosforo e cloro dona a noi le sue proprietà lenitive, esfolianti e detossinanti espletando la sua azione sia sciolta nell’acqua per uso interno che ridotta a fango e applicata su pelle e capelli nell’uso esterno.

Infatti l’argilla verde, essiccata al sole e trattata solo meccanicamente, è sterile e viene utilizzata come un antisettico naturale, contrasta l’attività dei batteri riducendone la loro proliferazione patogena.

Inoltre grazie alla sua capacità termoassorbente l’argilla verde è in grado di lenire ogni tipo di infiammazione attenuando i rossori cutanei e riducendo pruriti e dolori.

La barriera della Lavanda

A chiudere affidiamo la nostra pelle alla lavanda, della quale conosciamo le innumerevoli magie, che ha il compito di creare una barriera a mantenimento del trattamento ma soprattutto di inattivare l’odore dell’allicina preziosa per la sua azione terapeutica ma non sempre adatta alle occasioni «sociali».

Il vostro Ilnocedi

 

 

LE RICETTE DI SALUTE & AMBIENTE