Con il «Milleproroghe»
l’obbligo è «sospeso»

  La campanella è suonata oramai in tutte le scuole. Ma è caos. L’incertezza regna in questo inizio di anno scolastico. Si sono visti comportamenti differenti e posizioni disparate di politici, amministratori pubblici, provveditori e dirigenti scolastici tutti in ordine sparso… La ragione di tanto smarrimento, soprattutto dei genitori, è la vicenda vaccini. I continui…
continua a leggere...

Tossicodipendente getta
i figli dalle scale

  Detenuta nel carcere di Rebibbia per spaccio di droga, Alice Sebesta, 33 anni, georgiana nata in Germania, martedì 18 settembre ha lanciato i due figli dalle scale, uccidendoli. Per la più piccola si 6 mesi non c’è stato scampo, è deceduta sul colpo, mentre il fratellino di 2 anni ancora da compiere è stato…
continua a leggere...

Buzzi e Carminati
come Riina e Provenzano?

  I magistrati della Corte di Appello di Roma hanno ribaltato martedì 11 settembre la sentenza di primo grado del processo denominato «Mondo di mezzo», introducendo per Salvatore Buzzi, Massimo Carminati e altri 16 imputati l’associazione mafiosa. In primo grado le condanne erano state per associazione finalizzata alla corruzione e all’estorsione. Tuttavia, nonostante l’introduzione dell’aggravante…
continua a leggere...

Al via la terza edizione del Festival del Creato

  Si svolgerà a Chieti, dal 14 al 16 settembre 2018, la terza edizione del Festival del Creato, manifestazione nata da un’iniziativa dell’Ordine francescano secolare d’Abruzzo coadiuvata dai Frati francescani delle obbedienze Minori, Cappuccini e Minori conventuali, dalla Gioventù francescana, dalla Consulta dei laici di Chieti e supportati dall’Arcidiocesi di Chieti-Vasto e dal Comune di…
continua a leggere...

Arrestati due finti
operai Enel

  Si fingevano operai Enel, sono stai sorpresi e arrestati dai Carabinieri. È successo nello scorso week end quando due uomini, un trentasettenne di Zagarolo e un ventiseienne di Roma, sono stati fermati dai carabinieri della stazione di Tivoli. I carabinieri non si sono fatti cogliere impreparati, arrivata la segnalazione al 112 sono giunti sul…
continua a leggere...

Contro Rossi e Bianchi
per l’Ucraina indipendente

  È da qualche giorno nelle sale delle principali città ucraine il nuovo film del regista Oles Yanckuk «Diario segreto di Simon Petljura», che narra la storia dell’uomo di stato che guidò la battaglia per l’indipendenza del suo paese dopo la Rivoluzione russa del 1917 e che divenne presidente della (prima) Repubblica Nazionale Ucraina nel…
continua a leggere...

Al via la prima edizione di “Primi d’Abruzzo”

  Con il prossimo fine settimana cala ufficialmente il sipario sull’ottava edizione di Estatica, la variegata manifestazione estiva in corso al porto turistico Marina di Pescara che ha saputo mescolare, con grande maestria, musica, teatro, appuntamenti di solidarietà, senza dimenticare l’agroalimentare. Così dal 7 al 9 settembre – nell’area espositiva compresa tra l’arena e il…
continua a leggere...

Il macronismo inizia
già a marcire

  Il macronismo inizia a marcire: così ha sentenziato Jean-Luc Melenchon, leader di France Insoumise (Francia Indomita), la sinistra radicale francese. Infatti per Emanuel Macron, bello, giovane, rampante, brillante ultimo inquilino dell’Eliseo, è iniziata una rapida parabola discendente che lo ha portato al di sotto del 31% di gradimento nei sondaggi tra i suoi concittadini.…
continua a leggere...

L’Africa si sveglierà
con gli occhi a mandorla?

  Era il lontano 1949 e già la Cina guardava all’Africa. Dapprima come territorio fertile per l’espansione dell’ideologia comunista, che trovava facile sponda nel diffuso sentimento anti-coloniale allora imperante, poi Pechino aveva anche valutato il micidiale potenziale del mercato africano. Materie prime da estrarre facilmente e territori immensi da gestire. Terreni fertili da destinare a…
continua a leggere...

Tra interferenze francesi
e attendismo italiano

  La polveriera libica ha le micce accese da un pezzo. Ogni tanto riesplode: a volte per autocombustione, causata dalla fortissima instabilità politica, a volte per cause esterne o meglio estere, Francia in testa. Emanuel Macron vorrebbe sfruttare il caos per scalzare l’italiano Ente Nazionale Idrocarburi (Eni) a favore della francese Total Sa. Infatti l’Eni…
continua a leggere...