IL VIDEO

La danza di capodanno
dei due Beluga

 

In occasione del capodanno cinese, i due Beluga dell’acquario di Heilongjiang, nella regione nordorientale della Cina, hanno salutato i visitatori presentando le loro nuove evoluzioni. Mira e Nicola, questo il nome dei due cetacei, hanno lavorato duramente con le loro istruttrici per imparare le rotazioni veloci e il cuore dell’oceano, anche se alcuni movimenti venivano già compiuti dagli animali. Un passaggio molto apprezzato dell’esibizione è quando il cetaceo crea un anello di bolle d’aria, proprio come un anello di fumo e poi nuota attraverso l’anello durante la rotazione. Le istruttrici sostengono che i Beluga non solo sono in grado di ricordare quanto apprendono ma anche di «mostrarlo» all’animale che gli nuota accanto. Come a dire: «se posso farlo io, lo puoi fare anche tu».

Il Beluga, nome scentifico Delphinapterus leucas, è un cetaceo bianco della famiglia dei Monodontidi, presente in Alaska, Groenlandia, Canada e Russia. I beluga sono stati tra i primi cetacei ad essere allevati in cattività. Il primo esemplare fu mostrato al Barnum’s Museum a New York nel 1861. Al giorno d’oggi resta una delle poche specie di cetacei ad essere esibita in acquari e parchi acquatici di Nord America, Europa e Asia.

Questi animali sono diventati popolare soprattutto per il colore bianco e per la grande varietà di espressioni facciali che è in grado di riprodurre. A differenza di altri cetacei che presentano un «sorriso» piuttosto statico, i beluga, grazie alle vertebre cervicali mobili, riescono ad ottenere una grande diversità di espressioni. Inoltre sono animali molto socievoli e giocosi, che possono spruzzare gli uomini o gli altri cetacei. Se tenuti in cattività, non è insolito venire colpiti da uno dei loro spruzzi. I ricercatori credono che questo comportamento derivi dalla necessità di smuovere la sabbia dei fondali alla ricerca di crostacei. A differenza di altre balene, sono anche capaci di nuotare all’indietro.

Lascia un commento