VIDEO NATURA

Prendere l’anaconda…
per la coda

 

Una coppia, in gita in barca su di un fiume dell’Amazzonia, nota nell’acqua una grossa anaconda. Nonostante le preoccupazioni della donna, l’uomo incuriosito fa avvicinare l’imbarcazione per osservarla da vicino.

Il serpente presenta un grosso rigonfiamento a metà del corpo. Ha ingoiato da poco la sua preda, probabilmente un capivara, e lo sta digerendo. È quindi rallentata nei movimenti. Tra le grida di preoccupazione della moglie, l’uomo decide di afferrare l’Anaconda «per la coda» al fine di ammirare l’animale in tutta la sua lunghezza.

Gli anaconda sono serpenti costrittori, cioè non dispongono di veleno ma soffocano la preda. Essi cacciano prede di dimensioni comprese tra quelle di un topo e quelle di un caimano nero, la loro preda preferita però rimane il capibara. Nonostante le notevoli dimensioni, questi animali si muovono piuttosto agevolmente nell’acqua, dove passano la maggior parte della loro vita. Grazie alla posizione degli occhi e delle narici sulla punta del muso possono vedere e respirare stando sommersi in acqua e tendere agguati alle loro prede. Sono rettili territoriali e non tollerano invasioni se non nella stagione degli accoppiamenti. Si corteggiano e si accoppiano in acqua e possono comporre mucchi di accoppiamento comprendenti diversi maschi più piccoli e una grande femmina, che partorirà in acqua. Le dimensioni della covata comprendono dai 4 agli 80 neonati, essendo ovovivipari.

Il capibara o capivara è il roditore di maggiori dimensioni attualmente esistente. Vive abitualmente in gruppi familiari, talvolta in veri e propri branchi, lungo le sponde delle paludi, dei laghi e dei corsi d’acqua, preferibilmente nell’ambito di vaste aree forestali nelle zone tropicali e temperate del Sua America, a est delle Ande. I capibara sono eccellenti nuotatori e di abitudini semi acquatiche: si accoppiano in acqua, usano l’acqua per nascondersi dai predatori, per ricercare erbe acquatiche succulente e possono stare immersi per diversi minuti. Gli animali adulti raggiungono tra i 105 e i 135 cm di lunghezza e un peso compreso tra 35 e 65 chili.

Lascia un commento