fbpx

Quattro città
in difesa dell’ambiente

Umbria. Le 4 manifestazioni in difesa dell'ambiente

 

Umbria è in atto una guerra a colpi di… sit-in e altri eventi. Gli ambientalisti si sono movimentati, ora come non mai, a difesa di ambiente e salute del «cuore verde» d’Italia.

Potremo insinuare che la presenza del primo Governo di Centrodestra della Regione Umbria ha fatto da innesco.

Potremo pensare che le richieste di qualche imprenditore, hanno contribuito a sollecitare la mobilitazione.

Del resto si sa alcuni argomenti sono privilegiati nella cultura di sinistra, solo che forse i politici fanno un po’ di confusione, quando sono nelle stanze dei bottoni.

Quello che per anni è stato considerato normale o, al limite, tollerato, ora diventa insopportabile. Meglio tardi che mai, si dice!

Certo che i messaggi che vengono diffusi sulla salute dell’ambiente umbro qualche dubbio legittimo lo fanno sorgere.

Secondo l’Agenzia Regionale per l’Ambiente (Arpa) l’aria della verde Umbria è buona in gran parte, tanto da indicare come principale fonte di inquinamento per alcune zone le emissioni dei caminetti domestici.

Ma ora la posta in gioco per ambiente e salute è molto alta. Ci sono i fondi del Recovery Fund, ci sono le strategie per la gestione dei rifiuti, c’è il mondo produttivo ed economico da tutelare, la salute pubblica.

Le scelte definiranno e condizioneranno il futuro degli Umbri e gli ambientalisti hanno le idee molto chiare.

Ernesta Cambiotti

 

Le 4 manifestazioni di sabato 24 aprile, dalle ore 15
  • Gubbio Semonte, piazzale della scuola
  • Perugia, piazza Italia
  • Terni, piazza Europa
  • Spoleto, piazza Garibaldi