fbpx

Il difficile equilibrio
fra tradizione e modernità

La donna africana in Italia. Un convegno del Mwasi

 

In occasione della Giornata Internazionale della Donna Africana, che si festeggia il 31 luglio, l’associazione Mwasi ha organizzato un evento il 1 agosto a Roma presso la Cooperativa Spazi Immensi in via Anagnina. Scopo dell’iniziativa risaltare i valori della donna africana come madre, moglie ed imprenditrice.

La donna africana in Italia. Un convegno del MwasiUna donna che ha la responsabilità di crescere i figli per poi donarli al mondo, capace di mettersi in gioco, nonostante tutte le difficoltà da superare.

La Presidente dell’Associazione Africa Women in The World Mwasi, Liliane Babin, ha pronunciato un discorso di benvenuto, illustrando il tema scelto per l’incontro: il difficile equilibrio per le donne africane fra tradizione e modernità.

Ha coordinato l’evento la responsabile della comunicazione del Mwasi Lucia Matezama.

Tra i partecipanti importanti personaggi nella cultura africana in Italia come il docente universitario Martin Nkafu Nkemnkia, la dottoressa Patrizia Di Vicenz presidente Cooperativa Spazi Immensi, l’antropologa Clara Orlandi, il professor e scrittore Orazio Parisotto, rappresentante della Regione Lazio.

Tutto l’evento stato accompagnato dalla musica tipica e cibi tipici tradizionali africani. La pittrice etiope Halkigan Renato ha presentato i suoi quadri e gli abiti tradizionali.

L’associazione Mwasi è composta da africane ma conta anche diverse donne italiane che hanno abbracciato l’opportunità di condividerne la cultura e aiutare l’associazione. Tra i soci Liliane Babin, Rute Neve Forte, Alexandre Cristina De Melo, Mafouta Clara Kitoko Frasie, Alexandre Proenca Leonor, Lucia Matezama, Marisa Lochi, Samuel Atye Retash.

Ha chiuso la giornata un ballo al ritmo di Djembe, il tipico tamburo africano.