Tag: La Politica

18 marzo Giornata nazionale vittime Covid

La Giornata dedicata
alle vittime del Covid

  Preceduta dall’approvazione di un apposito Disegno di Legge, da parte della commissione Affari costituzionali del Senato in sede deliberante, si è celebrata oggi la prima Giornata nazionale vittime Covid. L’evento principale della Giornata, al quale ha preso parte il presidente del Consiglio Mario Draghi, è stata l’inaugurazione di un Bosco della Memoria a Bergamo,

8 marzo 2021. La festa della-donna al tempo del Covid-19

La Festa della Donna
al tempo del Covid-19

  È l’8 marzo anche in questo 2021. Il virus ha sconvolto le nostre vite, le nostre abitudini e i nostri sentimenti. Le donne sono quelle che pagano un prezzo più alto e anche durante la pandemia emerge, ancora una volta, la discriminazione. Le donne danno la vita, le donne vedono lontano, riescono a fare

Partito Democratico, di fronte alle dimissioni di Zingaretti

L’onda lunga
del fallimento del Conte II

  La decisione di Nicola Zingaretti di lasciare la segreteria del Partito Democratico costituisce l’onda lunga del naufragio dell’esperienza del Conte II. Incapace di arginare la strategia di Matteo Renzi, deciso a mandare a casa l’ingombrate Giuseppi. Complice del tentativo di compravendita di senatori inutilmente tentato dal premier per conservare la poltrona. Appiattito sulla parola

Via Borrelli e Arcuri,
arrivano Figliuolo e Curcio

  Dopo aver nominato il 26 febbraio Fabrizio Curcio nuovo capo della Protezione Civile al posto di Angelo Borrelli, il 1 marzo Mario Draghi ha provveduto a rimuovere anche il Commissario straordinario per l’emergenza Covid, il discusso Domenico Arcuri, sostituendolo con il generale Francesco Paolo Figliuolo. Cambiano così i vertici delle due principali istituzioni preposte

Sospeso dall’insegnamento
il professore degli insulti

  Il rettore dell’Università di Siena ha sospeso dall’insegnamento il professor Giovanni Gozzini, che il 19 febbraio dai microfoni dell’emittente Controradio si era lanciato in una serie di gravi quanto immotivati insulti contro Giorgia Meloni. Così dopo le telefonate di solidarietà del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del premier Mario Draghi alla leader di

Il Governo Draghi verso la fiducia in Parlamento

I mal di pancia a sinistra,
le scelte di Salvini e Meloni

  Il Governo di unità nazionale presieduto da Mario Draghi si appresta a ricevere la fiducia del Parlamento, mercoledì al Senato e giovedì alla Camera. Volendo a tutti i costi evitare le urne, il Presidente Sergio Mattarella, di fronte al naufragio del Conte II, non poteva che giocare la carta di affidare il Governo all’ex

I Cinque Stelle al voto su Rousseau per il Sì a Draghi

L’«ingannevole» quesito
per il Sì al Governo Draghi

  I grillini si riscoprono ambientalisti… meglio tardi che mail! Peccato che appaia del tutto strumentale, finalizzato al raggiungimento del risultato sperato dai suoi vertici nel quesito sottoposto in data odierna agli iscritti sulla piattaforma Rousseau. Ovvero il via libera al sostegno (e alla partecipazione) dei Cinque Stelle al nascente Governo Draghi. Pensate un po’

Giuseppi esce di scena,
arriva Mario Draghi

  Il Governo Conte ter non si farà e questa è una piccola buona notizia per gli Italiani. Il mandato esplorativo affidato da Sergio Mattarella al presidente della Camera è naufragato tra i veti dei Cinque Stelle e l’efficace strategia di Italia Viva. Il presidente della Repubblica ne ha preso atto e ha incaricato Mario

Giuseppe Conte vuole il 3° incarico, senza vergogna

Conte cerca il ter
a tutti i costi, senza vergogna

  La compravendita di senatori per consentire a Giuseppe Conte di rimanere a Palazzo Ghigi fornisce uno spettacolo desolante dell’attuale livello della politica italiana. Stiamo assistendo al più patetico teatrino della politica di sempre. La politica dovrebbe essere al servizio della gente e i politici dovrebbero esserne il mezzo. La collocazione temporale della politica si

Campidoglio. L’unico vero record di Virginia Raggi

L’unico vero record
di Virginia Raggi

  Le strade della Capitale sono ingombre di rifiuti non raccolti, senza manutenzione gli autobus vanno a fuoco e le stazioni della metropolitana vengono chiuse, i parchi pubblici sono quasi impraticabili e rami e tronchi degli alberi cadono sulle strade ad ogni «stormir di fronde», ma tuttavia il sindaco Virginia Raggi può vantare un record

Governo Conte 2 senza maggioranza, nonostante la sfrenata campagna acquisti

L’irresponsabile Giuseppi,
incollato alla poltrona

  Dopo l’uscita di Italia Viva dal Governo, invece di dimettersi, Giuseppe Conte ha voluto tentare la prova di forza in Senato. La campagna acquisti dei cosiddetti «Responsabili» non ha dato però i frutti sperati. Nonostante gli sforzi di Mastella e Tabacci e l’impiego di tre senatori a vita il Governo Conte 2 resta senza

Governo Conte 2. Collante poltrone più forte della crisi

Le minacce si susseguono,
ma restano incollati alle poltrone

  In carica da 15 mesi il governo Conte bis ha dimostrato di eccellere in un’arte in particolare: quella di non mollare mai e poi mai la poltrona. Una ben nota caratteristica della politica italiana, tanto più valida stavolta, considerato che il Pd e gli alleati di sinistra dopo la disfatta delle Politiche 2018 mai