Tag: La Politica

Referendum Giustizia. Al voto soltanto il 20% degli elettori

Un flop annunciato,
ma per colpa di chi?

  I Referendum sulla Giustizia sono stati un fallimento generale e indiscutibile, se si guarda solo all’affluenza. O alla non-affluenza, se preferite. Il dato finale si è fermato appena al di sopra del 20 per cento. A enorme distanza, quindi, dal quorum del 50 per cento più uno che è necessario per dare validità alla

Referendum 12 giugno. Cinque sì per una Giustizia Giusta

Cinque Sì
per una Giustizia giusta

  Il 12 giugno siamo chiamati al voto per i Referendum sulla Giustizia. Sono 5 distinti quesiti che nel loro complesso mirano a correggere alcune delle storture del sistema giudiziario italiano: Riforma del Csm, Equa valutazione dei magistrati, Separazione delle carriere dei magistrati, Abolizione del decreto Severino, Limiti agli abusi della custodia cautelare. L’indizione dei

Con i patrioti ucraini,
nonostante Biden

Gli ucraini sono un popolo distinto dai russi, che da cento anni si batte per la sua indipendenza. Sbaglia chi giudica l’invasione russa sulla base di astratte valutazioni geopolitiche e non sulla realtà di un popolo in lotta.

Referendum sulla Giustizia ammessi 5 quesiti su sei

Cinque Sì e un solo No
ai quesiti sulla Giustizia

  Dei sei referendum sulla Giustizia promossi dalla Lega e dal Partito Radicale, la Corte Costituzionale ne ha ammessi cinque e rigettato uno. Nella prossima primavera gli italiani con il loro voto potranno così imprimere un’importante accelerazione per la necessaria riforma della deficitaria giustizia italiana. I quesiti referendari approvati riguardano le misure cautelari, la separazione

No della Corte Costituzionale ai Referendum su cannabis ed eutanasia

No alla droga libera,
No al suicidio assistito

  La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibili i referendum sulla legalizzazione della cannabis e la depenalizzazione dell’omicidio del consenziente. Una dura sconfitta per Marco Cappato & soci. Un sussulto di ragionevolezza da parte dei giudici della Consulta. La droga libera Il quesito sulla legalizzazione della cannabis proponeva diverse modifiche della Legge 309 del 1990 ovvero

Arriva la tutela dello Stato
per l’ambiente e gli animali

  L’8 febbraio la Camera dei Deputati ha concluso l’iter per l’approvazione del Ddl di riforma costituzionale che sancisce la tutela dell’ambiente e degli animali. La legge, dopo la promulgazione del Presidente della Repubblica, sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale e non potrà essere oggetto di referendum perché approvata dai 2/3 dei parlamentari in seconda convocazione.

Oggi il giuramento di Sergio Mattarella per il 2° settennato

Il presidente che succede
a se stesso

  Con la cerimonia del giuramento prende l’avvio oggi il secondo settennato di Sergio Mattarella. La sua rielezione a Presidente della Repubblica, con 759 voti, è stata un plebiscito, una richiesta corale del Parlamento, con il sostegno della quasi totalità dell’arco parlamentare. La elezione di Mattarella ha sancito la sconfitta dei partiti e dei loro

Sergio Mattarella rieletto presidente delle Repubblica

La disfatta della politica
in «processione» al Quirinale

  Sergio Mattarella è stato rieletto presidente della Repubblica Italiana. Inizia il suo secondo mandato. Accetta, suo malgrado affermando che «La grave emergenza che stiamo vivendo richiama al senso di responsabilità e al rispetto delle decisioni del Parlamento». Una scelta obbligata per quei parlamentari che non vogliono «tornare a casa». Ma non credo sia stato

Presidente della Repubblica. Aspettando la 4a votazione

Draghi presidente
alla quarta votazione?

  Draghi, forse, alla fine la spunterà e diverrà il tredicesimo presidente della Repubblica Italiana. Così avremo la certezza del fallimento dei «politici» in favore dei «tecnici» Certo l’autorevolezza del soggetto in campo nazionale e internazionale è indiscussa, ma giova soffermarsi sui risultati dei governi tecnici degli ultimi anni. Provvedimenti «spot», nulla di veramente risolutivo

Gli italiani, il Covid e il nuovo inquilino del Quirinale

Aspettando
il nuovo Presidente

  Governo dei migliori, Covid, elezione del Presidente della Repubblica. L’epidemia sta in mezzo, permette tutto e giustifica tutto. Un virus, ha permesso che un Parlamento che non sembra rappresentare la volontà della maggioranza degli Italiani persista. Ha permesso governi improbabili che si sono «arrabattati» per fare il meglio che poi meglio non sembrerebbe. Un

Il presidente Musumeci azzera la Giunta regionale siciliana

Nello Musumeci azzera
la Giunta regionale

L’elezione dei tre «grandi elettori» della Regione Sicilia che parteciperanno all’elezione del nuovo presidente della Repubblica si rivelata amara per Nello Musumeci. La prassi politica vuole che in queste occasioni le maggioranze che governano l’Ente locale eleggano il presidente della Regione con il maggior numero di voti e a seguire quello del parlamento, mentre il

La morte di David Sassoli ricordata in Italia e in Europa

Cordoglio e attestati di stima
in Italia e in Europa

  È morto nella notte dell’11 gennaio il presidente del Parlamento Europeo David Sassoli. L’esponente del Pd, 65enne fiorentino, era ricoverato nel Centro di riferimento oncologico di Aviano, in provincia di Pordenone, a causa di una «brutta polmonite» dovuta al batterio della legionella, come lui stesso aveva reso noto in un video. In precedenza Sassoli era stato assistito