fbpx

Tag: Cultura

Byung-Chul Han, La scomparsa dei riti, Edizioni Nottetempo

Nella società narcisista
ogni rito è scomparso

  Nella società contemporanea dominano il consumismo, il narcisismo, l’ossessione della prestazione. Si consumano non soltanto le cose ma perfino le emozioni. Per il filosofo

Peter Hopkirk, Avanzando nell'Oriente in fiamme, Mimesis

Avanzando
nell’Oriente in fiamme

  Il giornalista e storico britannico Peter Hopkirk (1930-2014) ha raccontato nella sua opera più importante, il Grande Gioco, lo scontro tra la Gran Bretagna

Gennaro Malgieri, Yukio Mishima esteta del patriottismo

Yukio Mishima,
esteta del patriottismo

  Superati i cinquant’anni dalla sua morte, Yukio Mishima può essere ormai considerato uno scrittore postumo. Con il passare del tempo la comprensione della sua

Paolo Isotta. Il musicista e scrittore scomparso a 70 anni

«Se ne è andato,
con la musica nel cuore»

  Il 12 febbraio, nella sua abitazione in corso Vittorio Emanuele a Napoli, è morto Paolo Isotta. Aveva settant’anni. Musicista colto e raffinato, scrittore dallo

Nietzsche, Plato amicus sed, Mimesis edizioni

Platone filosofo perfetto,
parola di Zarathustra

  Quando nel 1869 il venticinquenne Friedrich Nietzsche (1844-1900) assunse la cattedra di filologia classica all’Università di Basilea il suo interesse si stava già spostando

Enea, l'ultimo dei troiani il primo dei Romani

L’ultimo dei Troiani
il primo dei Romani

  Enea il guerriero troiano sopravvissuto alla distruzione della città, da personaggio tutto sommato minore in Omero, diviene l’eroe nazionale Romano reso immortale dal poema

Sabotaggio di Arturo Perez-Reverte conclude la saga di Falcò

Terremoto di Lisbona,
o meglio, Guernica

  Con un anno di ritardo rispetto alla pubblicazione dei due primi libri, a novembre l’editrice Rizzoli ha finalmente messo a disposizione del lettore italiano

Ernst Jünger, Klaus U. Leistikow, Mantrana, Mimesis Edizioni

Il gioco di aforismi
tra Jünger e Leistikow

  Torna in libreria Mantrana. Un gioco, un delizioso libretto firmato da Ernst Jünger insieme al suo amico botanico Klaus Ulrich Leistikow. Quando il grande