fbpx

Un fila di monopattini
per bloccare via Giolitti

 

 

I monopattini elettrici in giro per città sono una nuova forma di mobilità, divertente, rispettosa dell’ambiente, ma non priva di rischi per gli utenti. Un numero sempre maggiore di giovani e meno giovani sfreccia su asfalto e sampietrini, ai margini delle corsie o facendo lo slalom tra la folla.

I monopattini elettrici vanno dappertutto, perfino sul GraMa una cosa è l’utilizzo all’interno del Tridente cittadino, semipedonale o comunque a bassa densità di auto, tutt’altra è la guida nel traffico, dove oltre alle auto ci si trova a fianco di pullman autobus e camion. Un uomo è stato ripresa in monopattino addirittura sul Gra.

Una ventina sono gli incidenti registrati a Roma nel mese di giugno, la metà dei quali nel Centro. Non pochi quelli causati per un uso improprio del mezzo, come è accaduto in via Acciaioli, traversa di corso Vittorio Emanuele, dove due ragazze in monopattino sono state travolte da un auto.

Da notare che andare in coppia sui monopattini elettrici è vietato mentre per i maggiorenni non c’è l’obbligo di indossare il casco.

L’impulso all’uso dei monopattini elettrici è arrivato sull’onda del «bonus bicicletta» varato dal Governo e soprattutto dall’autorizzazione allo svolgimento del servizio di noleggio concessa dal Campidoglio alle società Helbiz, Lime, Bird e da ultimo Dott.

Il Centro si sta riempiendo di monopattini
abbandonati dopo l’uso

L’introduzione della nuova forma di mobilità sta avendo un effetto anche sull’«arredo urbano». Non sono previste aree di sosta dove lasciare i monopattini affittati dopo l’uso e così le strade e i marciapiedi del Centro si stanno riempiendo di «pali», antiestetici potenzialmente pericolosi.

Il primo luglio in un immigrato di origini africane ha raccolto un buon numero di monopattini elettrici delle società di noleggio e ha bloccato il traffico alla Stazione Termini.

L’uomo, seminudo, ha piazzato una serie di monopattini su via Giolitti bloccando così il passaggio di un autobus e delle auto che lo seguivano, finché una persona lo ha distratto da un lato della strada e dalla parte opposto un altro volenteroso ha rimosso gli ostacoli.

La scena è stata filmata e il video, con tanto audio colorito, è finito sui social. L’africano appare in tutta la sua furia mentre ferma il traffico delle automobili e della corsia riservata ai mezzi pubblici. Non pago della bravata il soggetto ha proseguito insultando automobilisti, pedoni e turisti che passavano nelle vicinanze della stazione.

Vincenzo Fratta

 

I MONOPATTINI ELETTRICI

Un pericolo la loro circolazione in strada del 14 giugno 2020