IL PRESIDENTE DELL’AS ROMA

«Insurrezione giallorossa»
contro Pallotta

 

Ormai si è creato un autentico movimento a Roma, una ondata giallorossa di dissenso nei confronti del presidente della As Roma, James Pallotta.

In tutta la capitale sono numerosi i tam tam delle radio e dei giornali che pubblicano le voci di delusione dei tifosi. Nei casi più estremi arriviamo agli insulti.

La stagione non certo esaltante in termini di risultati sportivi, unitamente al benservito di Daniele De Rossi, una bandiera per i supporters, e il probabile ridimensionamento che seguirà alla mancata qualificazione in Champions, hanno portato i tifosi a chiedere l’allontanamento del presidente americano.

La cessione del club sembra cosa improbabile, se non impossibile. Tra l’altro confermato dallo stesso Pallotta che non ha intenzione di mollare.

Intanto, però, in città iniziano a comparire misteriose scritte sui muri: «Insurrezione Giallorossa» con un minaccioso teschio al centro è quella più inquietante. Una nuova frangia del tifo romanista, che non lascia presagire nulla di buono.

1 commento

  1. Enrico in 7 Giugno 2019 il 14:19

    Insurrezione giallorossa è un gruppo che risiede in curva sud da anni.

    Forse l’articolista avrebbe dovuto informarsi meglio.

Lascia un commento