fbpx

Nel 2022 sono già sei
i flambus di Atac e Tpl

Sono già 6 i flambus di Atac e Tpl nel 2022. L'incendio dell 039 il 27 maggio in via Salaria

 

Con il bus della Linea 073, andato a fuoco il 3 giugno in via Laurentina e quello della Linea 039 bruciato il 27 maggio in via Salaria, salgono a 6 i flambus di mezzi Atac e Tpl registrati nel 2022.

Sono già 6 i flambus di Atac e Tpl nel 2022Il degrado della Capitale che sembrava aver toccato il culmine con l’amministrazione Raggi prosegue in continuità con il sindaco Roberto Gualtieri.

Così come i mezzi del trasporto pubblico cittadino continuano con le loro «misteriose» autocombustioni, la raccolta dei rifiuti resta fortemente carente e i sacchetti di spazzatura ammucchiati intorno ai cassonetti seguitano ad attirare le famiglie di cinghiali.

Medesima è la litania che l’Atac fa seguire ad ogni episodio di autocombustione: «Una commissione accerterà le cause dell’incendio» e «Il mezzo era in servizio dal xxxx», sottinteso «da troppi anni».

Per buona sorte le autocombustioni avvengono in genere la mattina ad inizio corsa, con pochi o nessun passeggero a bordo. Gli autisti si accorgono subito del principio di incendio, scendono dal mezzo e tentano invano di spegnere le fiamme. E quando sopraggiungono i Vigili del Fuoco l’autobus è ormai bruciato del tutto.

Così è successo anche con il bus 073 sulla Laurentina e così era accaduto il 30 aprile con un mezzo della Linea 771. Il bus gestito da Tpl ha preso fuoco in via Luigi Candoni, proprio davanti a una rimessa dell’Atac, da dove il mezzo era appena uscito per iniziare il suo giro.

Più grave invece l’incendio del Linea 039 avvenuto il 27 maggio sulla via Salaria. Le alte fiamme hanno danneggiato due auto in sosta nel punto in cui il mezzo ha dovuto fermare la sua corsa all’altezza del civico n.1.495.

Nel 2021 furono più di 20 gli episodi di autocombustione che hanno interessato autobus di Atac e Tpl. Senza considerare l’incendio che è scoppiato nella rimessa di Tor Sapienza nel quale andarono perduti 26 Bus.

Il totale dei mezzi bruciati negli ultimi cinque anni dovrebbe superare l’impressionante cifra di 250 autobus. Le cause sono la vecchiaia dei mezzi e la mancanza di un’adeguata manutenzione. Per entrambe le cause c’è una responsabilità diretta dei vertici delle società di trasporto pubblico e dei sindaci e assessori che le hanno nominate.

Marco Scauro

 

 

Autocombustioni romane

Al Torrino il 4°flambus di dicembre del 28 dicembre 2021

I problemi non risolti che attendono Gualtieri dell’8 dicembre 2021

Il 774 brucia dinanzi allo Spallanzani del 20 giugno 2021

Stamane il bus brucia al Flaminio del 4 giugno 2021

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email