INDIA

Una violenza gratuita
uccide mamma elefante

Mamma elefante uccisa a Kerala con un frutto esplosivo

 

Michael De Nigris, un animalista di Novoli in provincia di Lecce, ha postato sulla sua pagina Facebook una terribile storia di violenza su di una mamma elefante uccisa in Kerala uno stato dell’India meridionale.

La storia di mamma elefante uccisa con un frutto esplosivo ha ispirato moltissimi disegni commemorativiUna elefantessa incinta è morta, fra atroci dolori, dopo aver mangiato un ananas riempito di petardi che gli era stato offerto da qualcuno con il chiaro intento di farle del male.

L’elefante selvatico aveva lasciato le foreste della Silent Valley nel distretto di Palakkad, vagando in un villaggio vicino in cerca di cibo. Mentre camminava per le strade, qualcuno gli ha offerto un ananas carico di petardi. Il frutto gli è poi esploso in bocca, portando all’inevitabile tragedia.

L’elefante ferito si è avvicinato al fiume Velliyar dove è morto, in piedi, insieme all’elefantino che portava in grembo e che sarebbe nato dopo 18-20 mesi.

Il feto dell'elefantino morto a seguito dell'uccisione della madreL’esplosione è stata così potente che la lingua e la bocca dell’elefante sono rimaste gravemente ferite e l’esemplare camminava nel villaggio con dolori lancinanti e una terribile fame (non era infatti più in grado di mangiare più nulla a causa delle sue ferite).

Non ha fatto del male a un singolo essere umano anche quando correva in preda ad un dolore lancinante nelle strade del villaggio. Non ha distrutto una sola casa mentre correva disperata in preda a dolori atroci.

Sì tratta di un’azione tanto grave quanto gratuita i cui colpevoli ci auguriamo siano stati individuati e severamente puniti.

 

In ricordo di mamma elefante uccisa in Kerala

La triste storia della mamma elefante di Kerala sta facendo il giro del mondo sui social ed ha ispirato un gran numero di disegni «commemorativi». Ve ne mostriamo alcuni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento