fbpx
STATI UNITI

Depressione da Social,
un rischio per i più piccoli

Rischio dipendenza patologica dai social per i più piccoli

 

La piccola Alexis, nonostante la giovane età, era spesso irrequieta, ansiosa e depressa. Non di rado manifestava anche comportamenti autolesionistici e idee suicide. I genitori Kathleen e Jeff Spence erano disperati. Non reggevano emotivamente quel triste spettacolo, il loro piccolo fiore che, giorno dopo giorno andava spegnendosi. Rischio dipendenza patologica dai social per i più piccoli

Dopo molte visite specialistiche, esami e colloqui con gli psicologi ecco affacciarsi la probabile causa di tutto ciò: una dipendenza patologica dai social network, un malessere infido che costringeva la bambina a ritirarsi sempre di più a chiudersi in sé stessa.

L’effetto sulla psiche dei bambini

Benché l’età minima in America per farlo sia fissata in 13 anni, Alexis era già iscritta ad Instagram a 11 anni e, da lì era entrata in un mondo più grande di lei, fatto di dipendenza digitale, irrequietezze, disturbi e malesseri.

Adesso la parola spetterà ai giudici californiani. I genitori della piccola, infatti, hanno condotto alla sbarra Meta (già Facebook, proprietaria di Instagram) accusando il popolare social di lesioni personali, forti delle rivelazioni che, lo scorso anno, i Facebook Papers hanno messo in evidenza, ovvero la conoscenza diretta da parte del management del social degli effetti deleteri della prolungata esposizione sui più piccoli.

Il mancato controllo dell’età

Tra i comportamenti contestati l’incapacità della creatura di Mark Zuckerberg a verificare la reale età degli iscritti, insieme all’aver preso sottogamba l’intera problematica, ovvero teenager Non si conosce ancora la linea difensiva che Facebook intenderà sostenere, ma certo non depone a favore la proposta, risalente allo scorso anno, di creare un social interamente dedicato ai più piccoli.

L’idea, abbandonata soltanto dopo le protese di moltissime famiglie (insieme a quella di 44 procuratori statunitensi che, in una lettera aperta al fondatore della piattaforma, hanno chiesto di abbandonare i piani) era proprio quella di ricreare un Instagram ma da dedicare ai minori di 13 anni.

Una preoccupazione in più per ogni mamma e papà impegnati ogni giorno nella difesa dei propri cuccioli.

Alessandro Alongi

 

NEL PIANETA DIGITALE

 

 

Lascia un commento