Skip to content

COMUNITÀ EUROPEA

Un Collegamento Celtico
con l’Irlanda

 

La Commissione Europea ha varato un progetto per la posa di un cavo sottomarino di 600 chilometri di fibra che collegherà la Francia con l’Irlanda. Porterà energia elettrica e dati aggirando l’Inghilterra.

Il progetto dal costo di 4 milioni di euro consentirà «a Paesi Ue di commerciare più liberamente fra loro», garantendo «energia sicura»: ossia al riparo dai dazi e dalle «curiosità» britanniche.

Il cavo denominato «Collegamento Celtico», sarà posato sul fondo marino o sotto di esso, e collegherà per 600 chilometri la costa meridionale dell’Irlanda a quella nord-occidentale della Francia. Trasmetterà fino a 700 Megawatt di elettricità, fornendo energia a 400 mila famiglie irlandesi, e garantirà i collegamenti diretti su fibra ottica. Inoltre, consentirà alle energie rinnovabili in sovrappiù — eolica o solare, prodotte in giornate particolarmente assolate o ventose — di essere trasmesse ad altre regioni che ne hanno più bisogno. «Celtic Interconnector» è classificato a Bruxelles come «progetto di comune interesse» della Ue. La primissima idea risale in realtà al lontano 2009, ma tutti i piani sono stati accelerati nel 2015, dopo l’annuncio del referendum sulla Brexit.

La Commissione Esteri del Senato irlandese ha chiesto «maggiore urgenza» nella realizzazione del progetto. «L’Irlanda — ha detto il suo presidente Neale Richmond — non può più fidarsi della Gran Bretagna per il rifornimento di energia, questo progetto le assicurerà una maggior sicurezza».

Lascia un commento