fbpx

La targa per Ciampi
con il nome errato

Gaffe Raggi. Errato il nome di Ciampi sulla targa

 

Nei mesi scorsi l’amministrazione capitolina aveva confuso l’arena romana di Nimes in Francia con il Colosseo. Ora un’altra brutta figura di fronte al presidente Mattarella e alle massime autorità del Paese. Virginia Raggi si apprestava dedicare un largo sul Lungotevere Aventino a Carlo Azeglio Ciampi, ma il nome dello scomparso presidente della Repubblica era errato: Azelio invece di Azeglio.

Azeglio CiampiCompresa l’enorme gaffe, la cerimonia alla presenza del presidente Sergio Mattarella e dei presidenti di Senato e Camera, Elisabetta Casellati e Roberto Fico, è stata bloccata e le autorità congedate in anticipo.

In un primo tempo lo staff del Sindaco ha cercato di giustificare il rinvio della cerimonia asserendo che la targa era scheggiata, ma sotto la bandiera che la ricopriva si leggeva chiaro Azelio, il nome errato di Ciampi.

Siccome, come si dice, «la toppa era peggiore del buco», l’errore è stato ammesso e la responsabilità è stata addossata ad un impiegato dell’ufficio Toponomastica che sarebbe stato «rimosso dall’incarico».

Noi ci chiediamo invece dove fossero i ben pagati Capo di gabinetto del Sindaco e il Capo del Cerimoniale del Campidoglio. Non spettava forse a loro verificare che tutto era in ordine per una cerimonia di tale rilevanza?

Analogamente a quanto dichiara riguardo agli irrisolti problemi della città, anche per questa ennesima gaffe il Sindaco Raggi preferisce scaricare altrove le responsabilità del completo fallimento della sua amministrazione.

Marco Scauro

 

 

GAFFE RAGGI

L’anfiteatro di Nîmes spacciato per il Colosseo del 12 aprile 2021