ANCONA

Antifascisti imbrattano
vetrina ex-assessore Pd

 

Intolleranti e violenti, gli esponenti dell’estrema sinistra che si autodefiniscono «centri sociali», sono gli ultimi a concepire ancora la violenza come metodo di lotta politica. Anche se, ipocritamente e con la complicità di molti media tradizionali, tentano ogni volta di rigettare la responsabilità dei loro gesti sull’avversario politico di turno.

Uno degli obbiettivi preferiti da questi signori sono le sedi dei movimento di destra Forza Nuova e Casapound. Il prossimo 6 ottobre è prevista l’apertura di una sede di quest’ultimo in via Jesi ad Ancona, e così il 28 settembre i vandali antifascisti hanno pensato bene di dare loro il benvenuto imbrattando le vetrine del loro locale.

La mattina dopo la frase minacciosa «Fasci, eroina e ladri fori dal Pià», scritta con vernice spray bianca, imbrattava la vetrina di un locale di proprietà dell’ex assessore comunale Marina Burattini, di area Pd. Un bel granchio per chi voleva colpire il partito della tartaruga e che ha lasciato un adesivo a mo’ di firma con la dicitura «Antifascismo militante».

«Mia madre si starà rivoltando nella tomba – ha commentato l’ex assessore Burattini che ieri pomeriggio ha raggiunto il locale insieme al marito e ad un cugino – era suo questo immobile. Per tanti anni c’è stato un bar. Della vicina sede di Casapound non sapevo nulla ma non mi fa felice». Burattini ieri ha detto che farà denuncia in questura per le scritte alla vetrina anche se non erano dirette certamente a lei e al suo locale che lo ha in proprietà con un altro parente. L’ex assessore è anche entrata all’interno per controllare che non fossero stati danni. «Gli estremismi a mio dire – ha commentato Burattini – sono tutti sbagliati a prescindere che siano di destra o di sinistra. E’ un fatto grave questo».

Dal canto loro gli attivisti di Casapound hanno mostrati solidarietà alla «vittima», offrendosi di ripulire loro la vetrina imbrattata. «L’accaduto ci ha fatto ridere – ha affermato il coordinatore cittadino di Casapound Emanuele Mazzieri – perché chi lo ha fatto non ha nemmeno capito quale sarà il nostro locale. Noi comunque non ci fermiamo e andiamo avanti».

Marco Scauro

 

Nella foto: l’ex assessore Pd Marida Burattini, visibilmente contrariata, davanti alla sua vetrina imbrattata.

Lascia un commento:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: