fbpx
SOFIA RAFFAELI

Una «Formica Atomica»
sul tetto del mondo

Sofia Raffaeli regina della Ginnastica ritmica mondiale

 

Sofia Raffaeli, classe 2004, è la trionfatrice dei Campionati del mondo di Ginnastica ritmica che si sono conclusi nei giorni scorsi a Sofia in Bulgaria.

Sofia Raffaeli, 4 Medaglie d'Oro e un Bronzo ai Mondiali di Ginnastica ritmicaLa campionessa italiana ha dedicato le cinque medaglie vinte alla sua regione, le Marche, colpita dal nubifragio: «Dedico il titolo alla mia terra», ha detto, e alle sue due allenatrici Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova.

Dopo aver vinto le medaglie d’oro nelle specialità Cerchio, Palla, Nastro, Team Ranking e il bronzo nelle Clavette, Sofia Sofia Raffaeli si è aggiudicata l’Oro nell’«All Around», il Concorso generale, con il punteggio totale di 133.250.

Argento per la tedesca Darja Varfolomeev, con 132.450 punti, e bronzo alla bulgara Stiliana Nikolova, 128.800 punti.

Queste tre ginnaste conquistano anche il biglietto per i rispettivi paesi ai Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Il successo della Federazione Ginnastica d’Italia (Fgi) è completato dalla medaglia di Bronzo alla Palla di Milena Baldassarri, quinta anche nel Concorso generale.

Passione e Sacrificio

Sofia Raffaeli aveva già stupito tutti agli Europei di Tel Aviv con due ori e un argento, ma Sofia si è superata dimostrando di essere cresciuta e migliorata ancora in pochi mesi e salendo sul tetto del mondo.

Nei suoi allenamenti è una vera perfezionista, passa almeno otto ore in palestra. Vive a Chiaravalle, in provincia di Ancona, con la famiglia, ma durante la settimana abita accanto alla palestra di Fabriano, per dedicarsi completamente al suo tanto amato sport.

Come ha raccontato qualche mese fa, si allena dalle 8.30 all’ora di pranzo, poi, dopo aver mangiato, si riposa un po’ e alle 14.30 riprende per proseguire l’allenamento fino alle 18 circa.

Durante il lockdown ha allestito una palestra in salotto, senza mai interrompere la sua performance. Non è raro che faccia qualche allenamento extra per memorizzare al meglio tutte le sue routine.

Molto attenta alla cura degli attrezzi, creati su misura per le sue mani, quando viaggia in aereo avverte lo staff per fare in modo che non si rovinino e preferisce non smontare nemmeno il cerchio, chiedendo alle hostess il favore di sorvegliarlo durante il volo.

Le è stato dato il soprannome «Formica Atomica» per la sua instancabile voglia di allenarsi, lei dice sempre che allenarsi non è un sacrificio, ma un divertimento (soprattutto quando si allena con la musica), perché è spinta soprattutto dalla passione per questo sport.

Concentrata sui suoi allenamenti e sulla sua forte passione per la ginnastica, sta poco sui social.

Erica Di Santo

 

 

Lascia un commento