AMBURGO

Le meraviglie
del Miniatur Wunderland

[KGVID]https://www.edicolaweb.tv/wp-content/uploads/2017/12/Wunderland.mp4[/KGVID]

Misura la bellezza di 150 metri quadrati ed è diviso in diversi settori che riproducono fedelmente le varie zone di una città, comprese le attività che in esse si svolgono. Costruito da Frederik e Gerrit Braun due gemelli con la passione del modellismo è il plastico urbano più grande al mondo. Si chiama Miniatur Wunderland, è visitabile 365 giorni all’anno ed è divenuta in pochi anni una delle principali attrazioni turistiche di Amburgo.

L’aeroporto di Knuffingen (dal nome di una città di fantasia del complesso) ha richiesto 6 anni di lavoro e 3,5 milioni di euro di spese. Come gli scali aeroportuali della realtà, ha tutto: terminal, parcheggi, stazione ferroviaria e, naturalmente, una pista di 14 metri, dove gli aerei effettuano circa 500 decolli e atterraggi al giorno.
I modellini sono motorizzati, si muovono nello scalo con un sistema di controllo: al decollo due stanghe di metallo si inseriscono nei modelli e li sollevano al giusto angolo. Gli aerei «volano» fino a scomparire, attraverso una tenda, nel retro, da cui compaiono quelli in atterraggio.

Nell’aeroporto ci sono 15.000 figurine, all’imbarco, in attesa nei bar dell’aeroporto. L’alternanza tra il giorno e la notte è automatica: nel complesso e sulle piste si accendono 315.000 led.

Oltre alla ferrovia in miniatura (con 930 convogli diversi) il plastico ospita una rappresentazione del Grand Canyon e delle Montagne Rocciose degli Stati uniti, una ricostruzione dei paesaggi scandinavi, con acqua vera e navi telecomandate, e splendidi paesaggi alpini. Non poteva mancare anche una realistica ricostruzione di Amburgo e di alcuni luoghi della Germania.

Lascia un commento