fbpx

Un amore eterno per l’umanità

Eternals, il nuovo film Marvel con la regia di Chloé Zhao

L’attesissimo cinecomic Eternals, prodotto dai Marvel Studios e con la regia del premio Oscar Chloé Zhao, è finalmente uscito al cinema ed ha conquistato subito il box office di tutto il mondo.

Il film distribuito negli Stati Uniti il 5 novembre ha incassato soltanto nei primi due giorni ben 19.8 milioni di dollari nei 39 mercati internazionali in cui è stato distribuito, superando del 117% l’incasso di Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli e del 19% quello di Black Window.

In Italia Eternals è arrivato il 3 novembre dove, con oltre 554mila euro in un solo giorno, ha spodestato Madres paralelas di Pedro Almodovar e Freaks out, i nostrani supereroi di Gabriele Mainetti.

Il film è incentrato su una razza di alieni immortali arrivati sulla Terra 7mila anni fa per proteggere l’umanità dalla minaccia dei predatori alieni chiamati Devianti.

Secondo gli odierni orientamenti degli Studios il film include un cast caratterizzato per diversità e inclusione. «Siamo lo specchio della nuova famiglia» ha dichiarato Angelina Jolie che nel film interpreta la guerriera Thena, uno dei membri di questa famiglia allargata di supereroi.

Le varie etnie del cast

Ricordiamo che Eternals, vede nel cast interpreti di varie etnie: Richard Madden come l’onnipotente Ikaris, Gemma Chan come l’amante dell’umanità Sersi, Kumail Nanjiani come l’essere dai poteri cosmici Kingo, LaurenRidloff come la super-veloce Makkari, Brian Tyree Henry come l’intelligente inventore Phastos, Salma Hayek come la saggia guida spirituale Ajak, Lia McHughcome l’eterna giovane Sprite, Don Lee come il potente Gilgamesh, Barry Keoghan come il riservato Druig, e KitHarington come l’umano Dane Whitman.

E con la sua famiglia allargata la mitica Thena è arrivata nella Capitale per la presentazione del film alla Festa del Cinema di Roma. Angelina Jolie ha portato con se tutti i suoi figli (tranne Pax) e ha sfilato sul Red carpet con le figlie Shiloh e Zahara.

«Mi sento veramente privilegiata di far parte di questo progetto. Amo questa storia ma anche la diversità e l’inclusione che vengono rappresentati dal cast e da questa famiglia e mi auguro che questo diventi la norma in futuro.

Sono veramente felice che molte persone guardando il film potranno riconoscersi e vedersi come non si sono mai visti prima» ha dichiarato l’attrice alla Conferenza stampa di presentazione della Festa del Cinema di Roma, il 24 ottobre scorso.

Insieme a lei e alla regista Chloé Zhao erano presenti altri Eterni: Richard Madden, Gemma Chan e Kit Harington che interpreta l’unico mortale del gruppo Dane.

Fra gli Eternals Angeline Jolie è Thena

Vi piacerebbe vivere per sempre?

La prima domanda posta da una giornalista in sala è stata proprio «Vi piacerebbe essere eterni e vivere per sempre?».

Quasi tutti gli interpreti sono stati concordi nell’affermare di non voler essere immortali e che si vive in modo diverso quando si sa che non è per sempre.

Richard Madden ha fatto notare che, anche se è strano, vivere per sempre sembra una bella idea finché non incominciamo a pensarci e ci rendiamo conto che in realtà nessuno vuole davvero vivere per sempre: «Guardando queste persone ci troviamo di fronte ha dei personaggi che soffrono proprio per aver vissuto così a lungo per via del peso dei ricordi».

Ed Angelina Jolie che nel film veste i panni dell’eroina danneggiata dai ricordi della sua lunga vita da immortale ha aggiunto: «Tutti noi abbiamo dei segni dovuti a danni subiti. Io sono stata sempre molto fortunata ma anch’io ho delle ferite.

Chloè vuole nell’interpretazione un qualcosa che sia veramente parte del tuo io, del tuo essere. È l’elemento fondante del suo lavoro perciò abbiamo parlato a fondo del danno del personaggio che interpreto, una forma di stress peraltro dovuto al tempo.

Questo per dimostrare che anche le persone che hanno qualche problema di salute mentale possono essere comunque forti ed utili alla società».

Ancora un elemento che sottolinea la diversità e il bisogno di inclusione dei personaggi. Oltre a Thena che ha problemi mentali abbiamo un altra disabile, Makkari, che è muta e si esprime con la lingua dei segni.

Il film è stato vittima di «rewie bombing» – ovvero di un gran numero di recensioni negative su Internet – da parte di persone che forse non lo hanno nemmeno visto –, a causa della presenza nella pellicola di una relazione omosessuale, e del cambio di sesso e di etnia dei protagonisti.

Il gruppo è composto infatti oltre che da personaggi di varie etnie anche da un omosessuale e dallo stesso numero di uomini e donne, altro elemento inclusivo. Tutti i personaggi poi hanno lo stesso peso.

La cosa che più colpisce della sceneggiatura del film è proprio la capacita di mettere questi supereroi sullo stesso piano, metafora di una umanità composta da individui eterogenei ma tutti ugualmente importanti per progredire dell’umanità stessa.

I personaggi si integrano tra loro, sono voci diverse che creano insieme un equilibrio. Ognuno di loro ha qualche debolezza ma quando si ritrovano insieme cominciano volare le scintille proprio perché ognuno di loro è «diverso».

Angelina Jolie ha elogiato la rappresentatività del film definendola «una adeguata rappresentazione del mondo in cui viviamo».

Eternals. L'amore di Ikaris e Sersi

Nell’amore il destino dell’umanità

Nel film c’è anche una storia d’amore che vede protagonisti Ikaris e Sersi e che detetermina il destino dell’umanità.

L’Amore è l’altro tema del film. Un amore lungo 7mila anni per tutti gli uomini nessuno escluso. Così come sono, con le loro diversità. «Ricorda che tu sia uomo o donna, bianco o nero, omosessuale o eterosessuale, disabile oppure no, non importa, sei parte integrante di questa famiglia che dura da migliaia di anni che si chiama umanità e puoi diventare anche tu un supereroe».

Questo il messaggio profondo del film: «Ricorda, ricorda» esorta la guerriera disabile Thena che nel film viene colta da una forma di demenza chiamata Mahd Wy’ry: per via della quantità di ricordi che possiedono gli Eterni iniziano ad avere difficoltà a ricordare.

E Angelina Jolie esplicita: «Per quanto riguarda le eroine penso a quelle donne che sono in prima linea ogni giorno e ogni minuto lo dedicano per salvare la vita altrui. A volte dimentichiamo che c’è nel mondo più bene che male e ci sono tante persone straordinarie».

Angela Alizzi

 

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email