fbpx

Rinnovato il contratto delle Bcc.
Soddisfazione dell’Ugl Credito

Siglato dall'Ugl Credito il Ccnl della Banche di Credito Cooperativo

 

Dopo due giorni di trattative ad oltranza è stato firmato dall’Ugl Credito e dalle altre sigle sindacali del settore il nuovo Contratto Collettivo di Lavoro delle Banche di Credito Cooperativo (Bcc).

Siglato dall'Ugl Credito il Ccnl della Banche di Credito CooperativoI lavoratori del comparto sono 35mila e il loro Ccnl era scaduto a fine 2019. L’aumento medio in busta paga sarà di 190 euro per tredici mensilità.

«Il rinnovo −ha dichiarato il segretario nazionale responsabile dell’Ugl Credito Ennio Occhipinti − è un’importante conferma della seria e costante interlocuzione con la controparte Federcasse che si era rafforzata nel periodo della pandemia. Nel nuovo Ccnl, oltre all’integrazione economica, i lavoratori hanno riconosciute una serie di agevolazioni normative, correlate anche all’attuazione della riforma del comparto del Credito Cooperativo».

«Ad esse si aggiunge – conclude Occhipinti – il consolidamento strutturale di alcune previsioni economico-normative, adottate nei due anni di emergenza pandemica che hanno contribuito a mantenere aperte le agenzie del Credito Cooperativo soddisfacendo così l’interesse generale del bacino d’utenza di riferimento».

Marco Scauro

 

Da destra a sinistra nella foto di copertina della firma del Ccnl delle Bcc, i segretari nazionali di Ugl Credito, Uilca, Fabi, First Cisl, Fisac Cgil e due membri della delegazione datoriale Federcasse.

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email