fbpx

L’autodichiarazione degli aiuti
prorogata al 30 novembre

L'Agenzia delle Entrate ha prorogato l'autodichiarazione degli aiuti al 30 novembre

 

Alla fine il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ce l’ha fatta ad emettere il provvedimento di proroga dell’Autodichiarazione degli aiuti, qualche giorno prima della scadenza.

Si tratta delle «misure di aiuto» disciplinate dall’art.1, comma 13, Dl n.41/2021 e richiamate dall’art. 1 del Dm 11 dicembre 2021, riguardanti le seguenti tipologie:

  • Credito di imposta per i canoni di locazione di immobili a uso non abitativo o affitto di azienda
  • Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro
  • Esclusione dei versamenti Irap
  • Esenzione Imu con riferimento a particolari tipologie di immobili
  • Disposizioni in materia di imposte dirette e di accise nel Comune di Campione d’Italia
  • Definizione agevolata degli avvisi bonari
  • Esonero dalla tariffa speciale del canone Rai, con scadenza 30 giugno.

L’adempimento «incriminato» è già oggetto di ricorso al Tar, presentato dalle sigle sindacali dei Dottori Commercialisti e Esperti Contabili – Anc, Sic, Unagraco – per l’annullamento del provvedimento di approvazione del modello ritenuto inutile,  perché l’Agenzia delle Entrate è già in possesso dei dati richiesti.

Non solo ma nella Dichiarazione dei Redditi è già previsto il Prospetto Aiuti di Stato. È appena il caso di ricordare che per la mancata presentazione o erronea indicazione dei dati, non sono previste sanzioni amministrative, ma sanzioni penali,  correlate alle disposizioni di cui all’art. 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000.

Con la proroga dell’Autodichiarazione degli aiuti si stima che, tra versamenti e dichiarativi, saranno solo 73 invece che 74 gli adempimenti di questo fine mese!

Ernesta Cambiotti

 

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email