SELCI

Un Torre
aperta al gusto

 

Una serata diversa, all’insegna della tradizione e del gusto: Selci ha indossato l’abito dell’informalità sotto le intriganti spoglie di una garanzia di qualità e storia.

Lo scorso venerdì, secondo del mese e destinato a divenire ogni volta un appuntamento fisso con l’enogastronomia locale, nella torre storica del piccolo comune reatino sono andate in scena sapore e folklore in tavola. Alla presenza di quasi tutta la giunta comunale, del sindaco Egisto Colamedici, del vice sindaco Francesca Romana Persichelli, Fabiana Conti e dell’assessore Alfredo D’Antimi, un sommelier di comprovata perizia come Daniele Antonini e il titolare dell’azienda Porchettaria, Damiano Giorgini, hanno intavolato un break che ha lasciato nei fortunati presenti l’aroma e la sensazione propria di una tradizione mai perduta nella tavola selciana.

Porchetta con denominazione Pat e salumi d’autore, insieme ad una selezione di vini scelti per ogni portata, hanno creato la giusta atmosfera di cordialità che, grazie all’organizzazione della associazione La Clessidra, presente con Stefano Celommi esperto di vini, si ripeterà ogni secondo venerdì del mese per i prossimi a venire a partire da dicembre 2019, sempre nella location della Torre di Selci.

Appuntamento alla prossima luna, sempre nella magica cornice delle terre reatine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento