fbpx

Categoria: Nel Mondo

Kamala Harris,
nuova stella degli Asinelli

    Kamala Harris, la candidata democratica alla vice presidenza Usa, ha vinto l’incontro televisivo con il suo rivale Mike Pence ed in pratica lanciato la sua candidatura alle presidenziali del 2024. Questo in sintesi l’esito del confronto tra i numeri due delle presidenziali che si è svolto all’Università dello Utah a Salt Lake City

Trump Biden, noia e insulti nel 1° match tv

Noia e insulti nel match tv
fra Trump e Biden

  «Sei poco intelligente», «Tu sei un bugiardo e un clown». Il momento in cui i due candidati alla Casa Bianca, il presidente uscente Donald Trump ed il democratico Joe Biden, si sono scambiati insulti reciproci è stato forse il più interessante di un confronto televisivo altrimenti noioso. Il dibattito Trump Biden, che si è

Scontri e proteste
non intimidiscono Lukashenko

  Il discusso presidente Alexander Lukashenko ha prestato ieri giuramento per la sesta volta consecutiva come Capo di Stato della Bielorussia. La cerimonia è avvenuta in segreto nel palazzo presidenziale di Minsk, circondato da forze dell’ordine con tempi molto ridotti rispetto al passato. Annunciando di aver dato continuità al suo incarico il presidente ha sottolineato:

Trump si rafforza
con la «pace di Abramo»

  Donald Trump in vista delle presidenziali di novembre fa «scoppiare la pace» in Medio Oriente e rafforza il sostegno dell’influente comunità ebraica statunitense. Questo in sostanza il sunto dell’accordo siglato ieri tra Israele e un paio di paesi arabi con la regia dell’inquilino della Casa Bianca. Non a caso lo stesso Trump ha parlato

Erdogan fa salire la tensione fra Turchia e Grecia

Venti di guerra
nel Mediterraneo

  In un Mediterraneo già infuocato dalla questione migranti spirano venti di guerra tra Turchia e Grecia, dopo che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan sta facendo di tutto per fa salire la tensione tra i due paesi. Oggetto del contendere le esplorazioni turche in acque contese. Oggi il primo ministro greco, Kyriakos Mitsotakis, ha

Un perfetto
capro espiatorio

  Inizierà il 29 settembre a Milano il processo di appello proposto dalla difesa del militare della Guardia Nazionale Ucraina Vitaliy Markiv avverso alla sentenza di primo grado che lo ha condannato a 24 anni di carcere per concorso in omicidio del fotoreporter Andrea Rocchelli e per il ferimento del giornalista francese Wiliam Roguelon. La

Ufficiale francese in forza al comando Nato arrestato per spionaggio a favore della Russia

Ufficiale francese
arrestato a Napoli

  Sta tornando la guerra di spie? Sembrerebbe di sì visto che un ufficiale francese, di stanza in una base Nato a Napoli, probabilmente il Comando del Security Force dei Marines dove ha sede una base di sommergibili Usa ed il Comando delle Forze Aeree Usa per il Mediterraneo, che secondo l’accusa avrebbe fornito importanti

«Sbagliai a difendere Battisti,
chiedo scusa all’Italia»

  L’ex presidente del Brasile Luiz Inácio Lula da Silva il 21 agosto nel corso di un dibattito televisivo ha affermato di essersi pentito di aver difeso l’ex terrorista Cesare Battisti. Nell’ultimo giorno del suo mandato da presidente nel dicembre 2010 l’esponente del Pt bloccò l’estradizione verso l’Italia concessa dalla giustizia brasiliana. La latitanza di

Il Mossad dietro l’accordo
con gli Emirati Arabi Uniti

  L’accordo tra Israele Emirati Arabi Uniti per la normalizzazione dei rapporti tra i due paesi continua ad offrire interessanti spunti. Sembra infatti emergere un ruolo di primo piano svolto dal Mossad, il servizio segreto di Tel Aviv nell’accordo. Ad ufficializzarlo il premier sionista Benyamin Netanyhu che ha pubblicamente ringraziato il capo del Mossad, Yossi

Dopo l’esplosione al porto
il paese è nel caos

  Si fa sempre più drammatica la situazione in Libano dopo le esplosioni avvenute il 4 agosto nel porto di Beirut e gli scontri nelle manifestazioni contro il governo dei giorni scorsi. Ora hanno iniziato ad essere diffusi in rete video falsi che imputano le devastanti esplosioni al lancio di un missile o a un

Disimpegno Usa in Germania,
12mila soldati in meno

  Sta per concretizzarsi l’annunciato disimpegno Usa in Germania. In seguito ad un accordo con la cancelliera Angela Merkel, 12mila militari americani saranno ritirati dal paese. La metà circa sarà dislocata in Europa mentre gli altri torneranno a casa. La decisione sta suscitando molte polemiche tra chi lo considera un regalo alla Russia e uno

Per Joe Biden una vice
afroamericana?

  In vista delle presidenziali di novembre il presidente uscente Donald Trump ed il suo rivale Joe Biden stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli per provare a vincere. Se Trump, come da tradizione, punta su promesse e attacchi verbali Joe Biden, anche sfruttando l’onda emotiva provocata della «Black lives matter» punta tutto sul politicamente