Categoria: In Italia

Assolto il pluriomicida
del tallio

  Mattia Del Zotto è stato assolto perché infermo di mente. Il giovane, un’anno fa, tentò di sterminare la sua famiglia, riuscendoci solo in parte: ne uccise tre avvelenandoli col solfato di tallio e ne intossicò cinque gravemente. Li tentò di avvelenare con il solfato di tallio comprato sulla rete con astuzia e dimostrando capacità

Perché l’integrazione
è così difficile

  Negli anni passati ho avuto modo di visitare qualche paese mussulmano. Quello più tollerante, ma parliamo di più di venti anni or sono, era la Tunisia. Per il resto, essendo una donna molto attenta a espressioni e impressioni, sono arrivata alla conclusione che i musulmani vivono in un’altra «dimensione». Girando per le vie non vedi

Quella foto troppo
occidentalizzata

  La famiglia la tormenta anche da morta. Non è stato sufficiente averla uccisa perché troppo emancipata, troppo poco coperta, troppo integrata, anzi integrata ed occidentalizzata nonostante tutto. Sì, nemmeno dopo la morte Hina Saleeem, la ventenne pachistana uccisa dal padre dodici anni fa per le sue abitudini troppo normali, trova la pace. Il padre la

Allarme inquinamento
da Pfas

  È allarme Pfas, soprattutto in Veneto. Le sostanze perfluoroalchiliche sono composti chimici altamente inquinanti. In più di 20 comuni veneti sono oramai diventate un vero e proprio incubo. Da anni, indagini epidemiologiche registrano la presenza di questi composti nel sangue dei veneti che risultano avere concentrazioni molto elevate da 20 a 35 volte la

L’irresistibile fascino
di YouTube

  Youtuber, questo neologismo si incontra sempre più spesso. Gente comune, ragazzi come tanti che si cimentano in trasmissioni dove spesso nemmeno si fanno inquadrare, magari si raccontano o semplicemente raccontano come giocare ad un videogioco. Infatti le attenzioni, soprattutto dei più giovani, sono puntate lì: sui canali di YouTube. Molti dei nostri teenager, spinti

La priorità è assicurare
la certezza della pena

  Abbiamo bisogno di tornare ad avere la certezza della pena. Se vogliamo combattere il malaffare, i furti, le truffe, insomma tutti i reati, non possiamo più aspettare. La proposta grillina di fermare la prescrizione dopo il primo grado di giudizio va verso la giusta direzione. Finalmente molti procedimenti potranno vedere la luce. I colpevoli

Verona salvata
da un’opera di Mussolini

  In un Italia sconvolta dalle Alpi alla Sicilia dalla forza del maltempo, il 29 ottobre la città di Verona si è potuta risparmiare un’esondazione del fiume Adige grazie a una ingegnosa e poco conosciuta grande opera realizzata durante il Fascismo nel 1939. Si tratta della galleria Adige-Garda che collega il fiume da Mori a Torbole

Censurato il video
dell’Esercito

  Per la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta aveva pensato di dedicare all’Esercito italiano un video celebrativo. Il filmato è stato però bloccato dal Dipartimento per l’informazione e l’Editoria di palazzo Chigi, guidato dal senatore del Movimento Cinque Stelle Vito Crimi, che l’ha ritenuto troppo «violento». Nello

La Penisola sferzata
dalla pioggia e dal vento

  Ed è ancora maltempo. Sull’Italia sferza vento forte e pioggia. La conta delle vittime sembra senza fine: se ne devono aggiungere alle dodici altre quattro. Alberi che cadono un po’ dappertutto dal nord al sud, case scoperchiate, smottamenti, frane e mareggiate. Ma cosa succede? Più o meno, in questo periodo dell’anno, la conta di

Dieci ragioni per
fermare la caccia

  Un altro grave incidente di caccia. Stavolta è toccato addirittura ad un bambino di soli 10 anni. Il piccolo è ricoverato, in gravi condizioni, nel reparto di rianimazione, con la riserva di prognosi, all’Ospedale materno infantile Salesi di Ancona. Il bambino è stato raggiunto dai pallini sparati da un fucile da caccia. Il grave

Razzismo
o guerra fra poveri?

  «Siamo sempre più xenofobi e razzisti», questa è l’affermazione, riguardo noi italiani, che rimbalza tra Francia e Germania fino ad arrivare al parlamento europeo. Salvo però scaricarci gruppetti di migranti, indesiderati, anche sconfinando ed in barba ai trattati internazionali (vedi la vicenda senza fine dei gendarmi francesi) o innalzando barriere anti-migranti al confine con

Un virus che non risparmia
gli animalisti

  Non è facile parlare delle proprie paure e delle proprie debolezze, ma, a volte è necessario, per gli altri, perché non tutti hanno la forza e la caparbietà per lottare e… sopravvivere. In una società come la nostra c’è chi «gode» a fare del male agli altri fisicamente o psicologicamente, con tranquillità e naturalezza,