Qualcuno ha vinto,
in tanti hanno perso

Di Ernesta Cambiotti / 27 Gennaio 2020 /

  Prime riflessioni, a caldo, sul responso delle urne. In Emilia-Romagna la riconferma del governatore uscente, per la prima volta non era scontata, ma prevedibile. Così come la vittoria del Centrodestra in Calabria. Qualche giorno prima delle elezioni parlavo con un mio cliente romagnolo. Era arrabbiato, desideroso di cambiamento. «L’Emilia-Romagna è una regione che va…

Read More

L’obiettivo del Governo
è l’eliminazione del contante

Di Ernesta Cambiotti / 21 Gennaio 2020 /

  La limitazione all’uso del contante come lotta all’evasione è un’altra delle «favolette» raccontate agli italiani. Attualmente sono consentiti pagamenti e transazioni in contanti fino a 2999,99 Euro. Con la legge di stabilità questa cifra arriverà a 1999,99 Euro dal 1 luglio 2020, per passare a 999,99 Euro nel 2022. La limitazione troverebbe la sua ratio nella…

Read More

Il Continente
che sta bruciando

Di Ernesta Cambiotti / 9 Gennaio 2020 /

  L’Australia brucia e le fiamme non accennano a fermarsi. Il continente è lo specchio che ci mostra quanto pesano gli interessi economici e quanto sia semplice manipolare le opinioni. È bastato qualche rifiuto a stringere le mani al primo ministro e, improvvisamente, arrivano notizie di arresti di diverse persone che avrebbero appiccato incendi dolosamente (187,…

Read More

Niente «botti» nel centro
e non solo

Di Ernesta Cambiotti / 30 Dicembre 2019 /

  Anche a Gubbio, come già a Foligno e altre città, è prevista una tregua dallo stress dei botti di capodanno per soggetti fragili e animali. Con le seguenti premesse: È consuetudine diffusa celebrare il Capodanno con l’accensione e lo sparo di fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili artifizi pirotecnici e gli stessi, anche…

Read More

Il «regalo» di Natale
del Ministro a Conte

Di Ernesta Cambiotti / 28 Dicembre 2019 /

  Ministri che vanno, ministri che vengono. Che sia in atto una crisi profonda della politica è sotto gli occhi di tutti, ormai da anni. Abbiamo visto politici con crisi «identitarie», politici incollati alle poltrone e politici «improvvisati», a volte privi delle nozioni basilari riguardanti le materie che vanno a trattare. Ma in gioco c’è…

Read More

Quella gattina uccisa
nel negozio

Di Ernesta Cambiotti / 24 Dicembre 2019 /

  Siamo a Lucera, siamo in Puglia. Una gattina cerca riparo dalla pioggia in un negozio della cittadina. Purtroppo il proprietario non ama gli animali e come dichiarerà dopo, neppure quelli che li amano. Prende una scopa e colpisce la povera creatura fino a spezzarle la colonna vertebrale e forse, a causarle un’emorraggia interna. Accorre…

Read More

Acceso dalla Palestina
l’albero più grande

Di Ernesta Cambiotti / 8 Dicembre 2019 /

  Quest’anno l’albero di Gubbio, è stato acceso dalla Grotta della Natività di Betlemme. È stato padre Francesco Patton, custode di Terra Santa, a premere il touch screen del tablet che ha innescato il meccanismo di accensione delle luci sul monte Ingino tornando a disegnare la sagoma dell’albero di natale più grande e famoso del…

Read More

Il coraggio di Caterina
che si ribella alle percosse

Di Ernesta Cambiotti / 7 Dicembre 2019 /

  Una giovane, Caterina D., viene picchiata e presa a morsi dal suo fidanzato. Lei si ribella e pubblica le foto del pestaggio sul suo profilo Facebook. È coraggiosa Caterina, ha gridato al mondo intero la violenza che ha subito e, si sa, sui social le immagini e le notizie si diffondono velocemente. Non solo,…

Read More

Il dolore inestinguibile
di un padre

Di Ernesta Cambiotti / 6 Dicembre 2019 /

  Fanno male, molto male le parole che Alessio Feniello, padre di Stefano, affida a Fb, dopo l’archiviazione di ventidue indagati per il crollo dell’Hotel Rigopiano, distrutto dalla valanga che lo aveva investito il 18 gennaio 2017 uccidendo ventinove persone. Il suo gesto spontaneo e incosciente, ha un peso per la giustizia italiana. Del resto…

Read More

Un contributo in attesa
di un lavoro che non c’è

Di Ernesta Cambiotti / 5 Dicembre 2019 /

  «Abbiamo abolito la povertà» diceva Luigi Di Maio. Asserzione importante, quanto falsa e superficiale. La povertà non si combatte con l’elemosina o con una «paghetta». In effetti il «reddito di cittadinanza» doveva essere un contributo in attesa di una collocazione nel mondo lavorativo. Peccato che il lavoro non ci sia, che le aziende stiano…

Read More