Se a Boeri non piace,
se ne vada a casa

  Tito Michele Boeri, presidente dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, è in rotta di collisione con il governo gialloverde, per le sue continue esternazioni sui temi più disparati: dall’«utilità» della crescita esponenziale degli immigrati, all’opportunità di allungare quanto più possibile l’età lavorativa degli italiani. Ogni occasione gli è buona per ribadire contrarietà alla riforma della

Sequestrati al clan Spada
beni per 19 milioni

  Alle prime luci dell’alba dell’11 ottobre i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno dato l’avvio all’operazione Apogeo, che ha portato al sequestro di beni di persone riconducibili alla famiglia Spada per un ammontare di 19 milioni di euro. L’operazione Apogeo è frutto di un’articolata indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale

Le difficoltà di Tria
a far quadrare i conti

  Povero Tria: non fa in tempo a «far tornare i conti» che subito qualcuno gli strappa il foglio. Come fanno i bulli a scuola con i cosiddetti «secchioni», quelli che ora definiamo nerd. Infatti, dopo aver trovato 500 milioni con tagli ad alcuni programmi della Difesa, si affrettava baldanzoso a dichiarare: «Abbiamo trovato i

Hamburger e cotolette
alla «melma rosa»

  A ciascuno il suo cibo. Ognuno può scegliere quello che mette in bocca. Ma dovrebbe farlo consapevolmente. Oppure può fidarsi di norme, regole e controllori che stabiliscono cosa va e cosa non va mangiato.È da un po’ che non si parla più della carne separata meccanicamente. Una volta c’era la carne da una parte

Un numerino che può
far fallire una Nazione

  L’economia è una scienza esatta. Non la si può tirare per la famosa giacchetta. I cosiddetti «numerini» di Di Maio non sono insignificanti. Ma vediamo perché. Da sempre quando lo spread sale ci dobbiamo preoccupare. Quando lo spread scende ci possiamo rilassare, almeno per un po’. Ma per molti non è più così. Molti,

Le Nazioni Unite
lanciano l’allarme

  Rischiamo grosso: desertificazione, siccità ma anche alluvioni, inondazioni e molte coste sott’acqua, interi arcipelaghi tropicali sommersi per sempre. Carestie, epidemie e conseguenti migrazioni di massa. Non si tratta della trama di un film dell’orrore: è lo scenario reale di un prossimo futuro che non vorremmo mai vedere ma che invece, se non corriamo subito

Al ballottaggio i due
candidati «peggiori»

  Il primo turno delle elezioni presidenziali in Brasile è andato secondo quanto previsto nei sondaggi, anche se un tale risultato sarebbe stato impensabile soltanto pochi mesi fa. L’ex militare Jair Bolsonaro ha sfiorato la vittoria al primo turno, arrivando al 46,03% (49.275.358 voti), mentre al secondo posto il candidato del Partito dei Lavoratori Fernando Haddad

Prosegue l’emorragia
dei marchi italiani

  La dea turrita ha sempre più gli occhi a mandorla. In Italia, infatti, l’espansione dell’impero cinese prosegue a grandi passi. Ora è toccato allo storico marchio italiano di elettrodomestici: la Candy diventa cinese. La società, di proprietà della famiglia Fumagalli, è stata acquistata da Qingdao Haier, colosso del cosiddetto bianco, gli elettrodomestici, per 475

Un po’ di pioggia e vento
e riprendono le cadute

  Lunedì 1 ottobre nella Capitale è tornata la pioggia con un po’ di vento e di nuovo, come era accaduto a Ferragosto, è ripresa la caduta degli alberi. Tre nel giro di pochi minuti, per fortuna senza provocare feriti né troppi danni. Il primo, intorno alle 15, è stato un pino alto circa 30

Nasce la socialità
di quartiere

  Sta prendendo definitivamente corpo il progetto Orto Fai da Noi, promosso dall’azienda francese Leroy Merlin presso il suo punto commerciale nella zona di Case Rosse, quartiere della periferia di Roma est ed importante area viaria, a ridosso della via Tiburtina e del Grande Raccordo Anulare, ed industriale per la presenza di varie realtà produttive.

In aumento i crimini
commessi da immigrati

  È inutile nascondersi dietro ad un dito. Gli immigrati, in testa rumeni ed albanesi, commettono la maggior parte dei reati commessi in Italia. È solo di ieri la notizia del linciaggio, ad opera di due rumeni ed un albanese, ai danni di un gruppo di giovani molavi intenti a festeggiare un addio al celibato.

Antifascisti imbrattano
vetrina ex-assessore Pd

  Intolleranti e violenti, gli esponenti dell’estrema sinistra che si autodefiniscono «centri sociali», sono gli ultimi a concepire ancora la violenza come metodo di lotta politica. Anche se, ipocritamente e con la complicità di molti media tradizionali, tentano ogni volta di rigettare la responsabilità dei loro gesti sull’avversario politico di turno. Uno degli obbiettivi preferiti