Gli antichi romani?
Vegetariani

  I romani erano vegetariani! Infatti datteri, fave, legumi erano i cibi che imbandivano le tavole di Pompei nel 79 dopo Cristo. L’anno della tragica eruzione. Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Mann) fino a febbraio 2019 la mostra Res Rustica porta di nuovo all’attenzione del pubblico, dopo più di trenta anni, la collezione dei

Per Moscovici viola
le regole comunitarie

  Manovra bocciata. Anzi non ancora. Ancora non è una sentenza definitiva ma manca poco. La sentenza era attesa ed alla fine è arrivata sotto forma di avvisi. È l’inizio delle manovre di apertura della procedura di infrazione. La posizione della Ue sulla manovra dell’Italia è ora ufficializzata ma non ha ancora conseguenze. La nostra

Giù otto ville
del clan Casamonica

  Finalmente la ruspa di Salvini è al lavoro anche a Roma. L’Amministrazione comunale della Capitale, con la Raggi in testa e presente sul campo, rigenerata dal recente proscioglimento, sta abbattendo otto edifici, tra ville e villette tutte rigorosamente abusive appartenenti al clan Casamonica. Siamo a sud-est di Roma, nel quartiere della Romanina. Seicento sono

Assolto il pluriomicida
del tallio

  Mattia Del Zotto è stato assolto perché infermo di mente. Il giovane, un’anno fa, tentò di sterminare la sua famiglia, riuscendoci solo in parte: ne uccise tre avvelenandoli col solfato di tallio e ne intossicò cinque gravemente. Li tentò di avvelenare con il solfato di tallio comprato sulla rete con astuzia e dimostrando capacità

Perché l’integrazione
è così difficile

  Negli anni passati ho avuto modo di visitare qualche paese mussulmano. Quello più tollerante, ma parliamo di più di venti anni or sono, era la Tunisia. Per il resto, essendo una donna molto attenta a espressioni e impressioni, sono arrivata alla conclusione che i musulmani vivono in un’altra «dimensione». Girando per le vie non vedi

Quella foto troppo
occidentalizzata

  La famiglia la tormenta anche da morta. Non è stato sufficiente averla uccisa perché troppo emancipata, troppo poco coperta, troppo integrata, anzi integrata ed occidentalizzata nonostante tutto. Sì, nemmeno dopo la morte Hina Saleeem, la ventenne pachistana uccisa dal padre dodici anni fa per le sue abitudini troppo normali, trova la pace. Il padre la

Il martirio «scomodo»
di Norma Cossetto

  È arrivato nelle sale cinematografiche Rosso Istria (Red Land), il film del regista Maximiliano Hernando Bruno che racconta del martirio della giovane Norma Cossetto ad opera dei comunisti italo-jugoslavi nell’ottobre 1943 sullo sfondo della pulizia etnica effettuata ai danni della popolazione italiana dell’Istria e della Dalmazia. Vi resterà pochi giorni, aggiungendo alla sempre più

Holodomor, l'olocausto dimenticato voluto da Stalin

L’Olocausto dimenticato
voluto da Stalin

  Nel mese di novembre si svolgeranno anche in Italia alcuni eventi per la Commemorazione del 85° Anniversario dell’Holodomor, la grande carestia indotta artificialmente da Stalin nelle regioni sotto il giogo sovietico e in particolare sul territorio dell’Ucraina dal 1932 al 1933. Le vittime dello «sterminio per fame», secondo una stima prudenziale sulla quale tutti

Kiev omaggia Rossini
e assaggia la cucina italiana

  Per il 150° anniversario della morte di Gioacchino Rossini il Teatro dell’Opera Nazionale di Kyiv omaggia il compositore pesarese mettendo in scena «La Cenerentola», il dramma giocoso in due atti su libretto di Jacopo Ferretti, con la regia di Italo Nunziata e diretto da Volodymyr Kozhukhar. Il progetto nasce dalla collaborazione dell’Ambasciata d’Italia e

Allarme inquinamento
da Pfas

  È allarme Pfas, soprattutto in Veneto. Le sostanze perfluoroalchiliche sono composti chimici altamente inquinanti. In più di 20 comuni veneti sono oramai diventate un vero e proprio incubo. Da anni, indagini epidemiologiche registrano la presenza di questi composti nel sangue dei veneti che risultano avere concentrazioni molto elevate da 20 a 35 volte la

Desirée uccisa
ancora una volta

  Desirée, uccisa non una, ma tante volte. Uccisa, ogni volta che quei maledetti «maschi» la violavano e, uccisa ancora, nel modo peggiore, dalla stessa giustizia o meglio chi la rappresenta. Per il Tribunale del riesame di Roma non si tratta di stupro di gruppo, perché «le bestie» hanno abusato di lei singolarmente, semplicemente, fino

Omicidio di Desirée Mariottini: L'identikit dei 4 alla sbarra

Preso un quinto uomo,
fornì la droga

  Nella drammatica ricostruzione della vicenda che ha portato alla morte di Desirée Mariottini, viene posto un altro tassello decisivo da parte degli uomini della squadra mobile di Roma. Infatti ieri pomeriggio è stato arrestato Marco Mancini, 36enne romano, autore del mix letale di droghe che ha ucciso la ragazza. A confermare il fermo è