Mangiare italiano
ad Astana

  L’Umbria è stata al centro della settimana della Cucina italiana in Kazakhstan, con una serie di iniziative organizzate dall’Ambasciata d’Italia ad Astana. In uno dei ristoranti italiani più prestigiosi della città, il Salone del gusto (nella foto), si è tenuta una cena di gala preparata dallo chef di Assisi Enea Barbanera e con la

Perché Castelluccio
torni a vivere

  Il 25 novembre si è svolta a Capena vicino Roma, un’importante riunione di Castellucciani promossa dal Comitato Civico Castelluccio di Norcia perché a due anni dal terremoto nulla è stato fatto per ricompattare il tessuto sociale e permettere ai non residenti, la «stramaggioranza» della popolazione, di tornare nel loro amato borgo. Il Presidente del

Il Palmeiras vince
il suo decimo Brasileirão

  Il Palmeiras, la squadra fondata nel 1914 dagli immigrati italiani, ha vinto ieri, con una giornata di anticipo, il Campionato brasiliano 2018, battendo 1-0 con un gol di Deyverson il Vasco de Game nello stadio São Januário di Rio de Janeiro. È questo il decimo titolo che il Palmeiras si aggiudica da quando il

Davi Kopenawa
parla

  «Vorrei – si legge ne La Caduta del Cielo – che i Bianchi la smettessero di pensare che la nostra foresta è morta e che si trova lì senza motivo. Vorrei far loro ascoltare la voce degli xapiri che vi giocano instancabilmente danzando sui loro specchi scintillanti. E magari, chissà, forse vorranno difenderla con

Il 21 novembre il convegno di PromueveRD. 'Le sorelle Mirabal' di German Perez

In omaggio al sacrificio
delle sorelle Mirabal

  Il 25 novembre è la giornata «Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne», proclamata dall’assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999. Da qualche anno la ricorrenza ha acquistato rilievo anche in Italia, forse a causa della crescita del numero di uccisioni di donne nel nostro Paese. Oltre alla celebrazioni istituzionali hanno organizzato

Giocando con la morte
sui binari del treno

  Cosa può spingere un adolescente a sdraiarsi sui binari e sfidare la morte? Questa volta è andata male ad un quindicenne di Parabiago, alle porte di Milano, è morto sul colpo dopo essere stato travolto martedì 20 novembre dal treno Milano-Domodossola. Sembra si fosse sdraiato sulla strada ferrata per una sfida. Le indagini sono

Gli antichi romani?
Vegetariani

  I romani erano vegetariani! Infatti datteri, fave, legumi erano i cibi che imbandivano le tavole di Pompei nel 79 dopo Cristo. L’anno della tragica eruzione. Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Mann) fino a febbraio 2019 la mostra Res Rustica porta di nuovo all’attenzione del pubblico, dopo più di trenta anni, la collezione dei

Per Moscovici viola
le regole comunitarie

  Manovra bocciata. Anzi non ancora. Ancora non è una sentenza definitiva ma manca poco. La sentenza era attesa ed alla fine è arrivata sotto forma di avvisi. È l’inizio delle manovre di apertura della procedura di infrazione. La posizione della Ue sulla manovra dell’Italia è ora ufficializzata ma non ha ancora conseguenze. La nostra

Giù otto ville
del clan Casamonica

  Finalmente la ruspa di Salvini è al lavoro anche a Roma. L’Amministrazione comunale della Capitale, con la Raggi in testa e presente sul campo, rigenerata dal recente proscioglimento, sta abbattendo otto edifici, tra ville e villette tutte rigorosamente abusive appartenenti al clan Casamonica. Siamo a sud-est di Roma, nel quartiere della Romanina. Seicento sono

Assolto il pluriomicida
del tallio

  Mattia Del Zotto è stato assolto perché infermo di mente. Il giovane, un’anno fa, tentò di sterminare la sua famiglia, riuscendoci solo in parte: ne uccise tre avvelenandoli col solfato di tallio e ne intossicò cinque gravemente. Li tentò di avvelenare con il solfato di tallio comprato sulla rete con astuzia e dimostrando capacità

Perché l’integrazione
è così difficile

  Negli anni passati ho avuto modo di visitare qualche paese mussulmano. Quello più tollerante, ma parliamo di più di venti anni or sono, era la Tunisia. Per il resto, essendo una donna molto attenta a espressioni e impressioni, sono arrivata alla conclusione che i musulmani vivono in un’altra «dimensione». Girando per le vie non vedi

Quella foto troppo
occidentalizzata

  La famiglia la tormenta anche da morta. Non è stato sufficiente averla uccisa perché troppo emancipata, troppo poco coperta, troppo integrata, anzi integrata ed occidentalizzata nonostante tutto. Sì, nemmeno dopo la morte Hina Saleeem, la ventenne pachistana uccisa dal padre dodici anni fa per le sue abitudini troppo normali, trova la pace. Il padre la