IL SIGNIFICATO DEL VOTO ABRUZZESE

Un brusco risveglio
per i Cinquestelle

 

Il risultato delle elezioni regionali in Abruzzo, scopre l’evidenza. Il M5S sarà in grado di riconquistare la sua identità? Riuscirà a svincolarsi dall’oblio del potere? Se non ci riuscirà, forse, sarà la sua fine.

Piano piano chi ha creduto che questo «ciuffo» di «improvvisati e improbabili politici» potesse rappresentare il cambiamento, si allontanerà, tornando in quel limbo di non votanti che assistono sgomenti e rassegnati la fine di un Paese.

Salvini è scaltro, molto, lui non è il nuovo, ma cavalca questa onda. Certo i migranti e la sicurezza per ora rappresentano il suo cavallo di battaglia e vince. Ma quando ci accorgeremo che ladri e delinquenti pullulano nonostante il blocco dei migranti e che non siamo sicuri né dentro né fuori le nostre abitazioni, con chi ce la prenderemo?

Il popolo ha fame, vuole assistenza sanitaria, scuola, viabilità, aria pulita, tutte cose che non sembrano prioritarie al momento o forse lo sono, ma non si trova la quadra. Abbiamo un indebitamento oltre il limite sostenibile, le imprese allo stremo, alcune sono svendute all’estero, la disoccupazione alle stelle.

Questo è un momento troppo difficile per essere affrontato con disinvoltura e promesse elettorali. Non servono navigator, serve lavoro e quello non si inventa, si crea, ricercando quella fiducia e quella voglia di mettersi in gioco che gli italiani hanno perduto da tempo.

Si riaprano i cantieri, con tutti i controlli necessari perché siano le imprese serie e affidabili a gestirli.

Si tolga la burocrazia, quella che attanaglia tutti… fattura elettronica compresa. Ah! la fattura elettronica, il vanto di Renzi! Fumo negli occhi della gente «semplice» e ignara dei meccanismi elusivi e di evasione.

Si pensi ai territori e alla green economy, non alla caccia ai lupi o agli orsi o i cosiddetti «nocivi» che invece sono un dono di Dio. Già, perché Quello è uno solo, comunque lo vogliamo chiamare, e nessuno lo può sostituire.

Ernesta Cambiotti

Lascia un commento