SAMBUCETO

No alla chiusura
del passaggio a livello

 

Gli articoli di stampa e le dichiarazioni del Presidente della Regione Luciano D’Alfonso hanno messo in allarme il Comitato cittadino «contro la chiusura del passaggio a livello di corso Italia». Questa mattina la delegazione composta da Ivano Sterlecchini, Ugo Salvador e Marco Caldarelli, ha incontrato il Sindaco Luciano Marinucci. Erano presenti alcuni assessori.

La delegazione ha espresso la preoccupazione di residenti, proprietari e commercianti, allarmati dal progetto perché la realizzazione della stazione ferroviaria, prevista nel Masterplan per l’Aeroporto d’Abruzzo, può comportare la chiusura del passaggio a livello. «Sambuceto risulterebbe divisa in due nella sua zona più centrale e la realizzazione di un eventuale sottopasso, per condizioni ambientali e urbanistiche – hanno dichiarato i delegati del Comitato – non farebbe che peggiorare la situazione».

«Il fatto che i cittadini, insieme a noi, si siano subito mossi contro questa idea – ha dichiarato il Sindaco Marinucci – è indice di quanto questa sia negativa per il nostro territorio e per chi lo abita: se la politica ha un alto significato è quello di battersi per la volontà popolare e in questo, la mia Amministrazione, è sempre stata in prima linea e non verrà meno questa volta. Chiediamo, dunque, a gran voce, di rivedere un progetto che ci taglierebbe letteralmente in due e che rischia di fare acqua al primo temporale».

Il comitato si costituì negli anni ’90, quando si cominciò a paventare l’ipotesi di chiusura del passaggio a livello. Furono organizzate diverse iniziative ed una petizione che raccolse oltre 600 firme. Ora è pronto a tornare in piazza per manifestare la contrarietà degli abitanti ad ogni ipotesi di stazione ferroviaria che comporti la soppressione del passaggio al livello.

Lascia un commento